I post di Nicole Peressotti

Studio e fame in campo, Cecotti una LGI da almanacco

Passione e tanta voglia di continuare a correre per i suoi sogni: queste sono le forze motrici di Chiara Cecotti, difensore classe 1999, dell’UPC Tavagnacco; per lei è la prima volta che il suo nome figura nell’almanacco LGI, ma non esita ad attribuire il merito delle sue vittorie a chi crede in lei. Ha ancora tante partite da giocare: la maturità una di queste. Il tempo è poco, gli impegni sono tanti, ma nessun problema se ti piace quello che fai. Da poco è uscita la nuova edizione dell’almanacco de “La Giovane Italia” e il  nominativo Cecotti  certo non manca... ... Continua a leggere

A TESTA ALTA. COMUNQUE

E’ il 3 a 1 a favore della Spagna a determinare la fine dell’avventura delle azzurrine under 17 in Bielorussia. Un gruppo che ha però dato tanto e lancia, con i risultati ottenuti, un forte avvertimento all’Italia: “Noi ci siamo”. Già, perché a partire dal pareggio con la Germania per finire al goal segnato nell’ultima gara quando ormai era quasi già chiusa sul 3 a 0, significa averci creduto fino in fondo, significa aver dimostrato un grande valore, di chi non si arrende nemmeno di fronte alla sfortuna dei sorteggi; ma soprattutto richiama l’attenzione di quelli che non credono in... Continua a leggere

Il sostegno all’Under 17: “Unite si può fare”

Un pareggio che vale una vittoria. Uno 0 a 0, in cui bisogna leggere tra le righe e cogliere la grinta di queste azzurrine che sono riuscite a tenere testa alla Germania, una delle più importanti realtà del calcio femminile. Sarà quindi la partita di martedì contro la Spagna a stabilire chi passerà il turno e andrà a giocare le semifinali. Proprio per questo motivo, ora le ragazze devono dosare l’entusiasmo e concentrarsi al massimo sulla terza gara. Tre partite a livello internazionale nell’arco di una sola settimana sono tante, specie per chi, come molte delle nostre under 17, non... Continua a leggere

IL MONITO DEL CAPITANO. “RAGAZZE, NULLA E’ IMPOSSIBILE”

La parola d’ordine è crederci, crederci sempre. Penso che sia questa la frase che si riflette ora negli occhi delle 19 azzurrine in Bielorussia, dove stanno disputando la fase finale dell’Europeo under 17. Davanti hanno Germania e Spagna, affrontato invece già la Repubblica Ceca, partita che ha lasciato tanto amaro in bocca: 0 a 0 il risultato finale, match equilibrato, forse meritato più dall’Italia, specie nel secondo tempo. Un “sogno in salita” potremmo definirlo, in cui bisogna giocarsela con le gambe, ma soprattutto con il cuore e con tanta serenità, quella di chi sa che sul quel campo ha tutto... Continua a leggere