Due Spal…le giovani e forti per blindare i pali ferraresi

Due baby rampanti in mezzo a un folto gruppo di giovani… esperti. C’è tanta freschezza nella Spal di Semplici che ha iniziato il ritiro precampionato in quel di Tarvisio. Il futuro tra i pali ha un nome e un cognome. Si chiama Marco Meneghetti (2001), portiere classe 2001 proveniente dal Pordenone. I biancazzurri hanno messo le mani sul talento cresciuto calcisticamente nell’Aurora Pordenone già nel mese di gennaio, ma hanno lasciato l’estremo difensore di Motta di Livenza in prestito. A contatto con la prima squadra, il giocatore accostato a Gigio Donnarumma dai talent scout Lgi, non potrà far altro che completare la propria maturazione. Discorso simile per l’altro talento convocato da Semplici nel raduno in vista della prossima stagione. Partirà in sordina, il difensore centrale Paolo Cannistrà (classe 2000), ma saprà farsi valere. Cresciuto calcisticamente nel Catanzaro, il ragazzo di Soverato è stato ingaggiato dai biancazzurri nella stagione 2016-2017. Cannistrà è la testimonianza di come l’impegno e la professionalità portino lontano: correva il gennaio 2016 quando un infortunio al ginocchio sembrava frenarne l’ascesa. Nel giro di pochi mesi, però, il ragazzo calabrese si è ripreso il proprio posto nel settore giovanile spallino. E adesso si è accorta di lui anche la prima squadra.

Il gruppo degli ex. Hanno indossato virtualmente la maglia de La Giovane Italia, in tempi più o meno recenti, anche il centrocampista Mattia Valoti, tra gli ex Lgi più caldi in zona gol nelle ultime stagioni, l’esterno Lorenzo Dickmann (a lungo leader della classifica di rendimento Lgi, lato B, 2016-2017), l’attaccante Andrea Petagna (letteralmente esploso nell’ultima stagione) e il bomber che ha sfiorato l’impresa con il Cittadella, Gabriele Moncini, abile a raggiungere la doppia cifra con la maglia dei veneti nonostante fosse arrivato solo nel mese di gennaio 2019.