Italia Under 19, in Armenia per un Europeo da protagonista

La spedizione Azzurra è sbarcata a Yerevan, in Armenia, per provare a incidere il nome dell'Italia sulla coppa che manca nella bacheca della Figc dal 2003, quando in Liechtenstein è giunto l'unico successo italiano nell'Europeo Under 19.
Per Carmine Nunziata, che appena due mesi fa ha accarezzato la vittoria con l'Under 17 (sconfitta 4-2 dall'Olanda in finale), si presenta l'occasione per rifarsi dopo i due secondi posti conquistati con la leva dei 2002 negli ultimi due corsi.
Il ct di San Gennaro Vesuviano ha sostituito Federico Guidi che a fine maggio ha risolto il suo contratto con la Federazione per accasarsi al Gubbio, in serie C.
Prima della partenza, Carmine Nunziata – che ha chiamato con sé anche il terzino classe 2002 dell'Hellas Verona Iyenoma Destiny Udogie, già protagonista in Irlanda – ha inviato un messaggio di incoraggiamento ai suoi calciatori: «Incontreremo subito Spagna e Portogallo, due squadre che per tradizione sono state sempre al top della condizione fisica e tecnica. Inoltre, affronteremo la squadra di casa che farà del tutto per dimostrare al pubblico il proprio valore. Ma il nostro obiettivo è quello di giocare l’Europeo da protagonisti».
Sarà possibile seguire le partite dell'Under 19 in diretta o in differita sul canale Rai Sport, mentre gli highlights di tutte le gare saranno disponibili su UEFA.com e sul canale YouTube UEFA.tv.

Italia nel girone A. L'Armenia diverrà la casa del campionato europeo di calcio under 19 dal 14 al 27 luglio. La competizione, riservata agli Under 19 dal 2002 (in precedenza partecipavano gli Under 18), prevede la partecipazione di 8 nazioni, suddivise in due gruppi.
L’Italia è stata inserita nel girone A insieme ai padroni di casa dell'Armenia, il Portogallo e la Spagna. I ragazzi di Nunziata esordiranno domenica 14 luglio con il Portogallo. Torneranno successivamente in campo mercoledì 17 luglio con l'Armenia e sabato 20 luglio con la Spagna. I tre confronti si giocheranno alle ore 19 italiane, le 21 locali.
Nel girone B si affronteranno invece Francia, Irlanda, Norvegia e Repubblica Ceca. Accederanno alle semifinali, in programma mercoledì 24 luglio, le prime due classificate di ciascuno dei due raggruppamenti.
Per determinare la qualificazione alla fase a eliminazione diretta, in caso di arrivo a pari punti tra due o più squadre, l'Uefa terrà in considerazione, nell'ordine, i seguenti criteri: scontri diretti, differenza reti nelle partite disputate tra le squadre a pari punti; maggior numero di reti segnate nelle partite in questione. Nel caso in cui la parità dovesse sussistere verranno presi in considerazione altri criteri: miglior differenza reti totale; maggior numero di gol segnati; migliore condotta fair play al torneo.

La fase di qualificazione. L'Italia Under 19 è approdata all'appuntamento dopo il brillante cammino sfoggiato in autunno e in primavera. Gli Azzurri nella fase di qualificazione hanno superato gli scogli rappresentati da Estonia, Finlandia e Danimarca. Estoni abbattuti dalla doppietta dell'attaccante del Sassuolo Giacomo Raspadori e dal gol del centrocampista della Juventus Manolo Portanova. Contro i finlandesi, gara decisa da un'autorete, Alessio Riccardi – centrocampista della Roma che si perderà la manifestazione a causa di alcuni piccoli problemi fisici durante la settimana di lavoro a Coverciano – e del difensore di proprietà dell'Atalanta ma in prestito al Pescara Davide Bettella (anche lui assente in Armenia dopo aver disputato il Mondiale Under 20).
Nell'Èlite Round di marzo, gli Azzurrini hanno pareggiato 2-2 nella sfida d'esordio con il Belgio (reti di Salvatore Esposito e Raspadori) prima di battere Ucraina (3 a 1; Eddie Salcedo Mora, Riccardi e Bettella hanno capovolto l'iniziale vantaggio gialloblù) e Serbia (2 a 0; doppietta dell'atalantino Roberto Piccoli).

Il trionfo. L’unica vittoria degli Azzurrini risale al torneo disputato in Liechtenstein nel 2003. In quella circostanza, la squadra guidata da Paolo Berrettini si è imposta sulla concorrenza in virtù di cinque partite perfette in cui ha inanellato quattro successi (Norvegia, Liechtenstein, Repubblica Ceca e Portogallo) e un pareggio (con il Portogallo nel match del girone eliminatorio).
Di quella nazionale facevano parte Giorgio Chiellini, Alberto Aquilani, Francesco Lodi, Raffaele Palladino e Giampaolo Pazzini. Proprio "il Pazzo" è stato uno dei massimi protagonisti della cavalcata. L'attaccante dell'Hellas Verona ha siglato la rete decisiva nella semifinale vinta per 1 a 0 sulla Repubblica Ceca e si è ripetuto pure in finale con il Portogallo chiudendo la gara dopo l'iniziale vantaggio firmato da Luigi Della Rocca.
Un anno fa la sconfitta è arrivata la sconfitta in finale contro il Portogallo. Italia Under 19 seconda pure nel 2008 e nel 2016.

La lista dei convocati
Portieri: Marco Carnesecchi, Alessandro Russo.
Difensori: Nicolò Armini, Gabriele Bellodi, Antonio Candela, Gabriele Corbo, Niccolò Corrado, Paolo Gozzi Iweru, Destiny Udogie Iyenoma.
Centrocampisti: Nicolò Fagioli, Lorenzo Gavioli, Jean Freddi Greco, Hans Nicolussi Caviglia, Manolo Portanova, Samuele Ricci.
Attaccanti: Davide Merola, Elia Petrelli, Roberto Piccoli, Giacomo Raspadori, Eddie Anthony Salcedo Mora.

La Giovane Italia, tra domani e sabato, offrirà quattro articoli di presentazione della rosa con altrettanti approfondimenti specifici.

Simone De Rose

 

Credit foto: sito ufficiale Figc