La nuova Primavera dei triplettisti: tris di bomber!

Giornata di triplette e... triplettisti. Il campionato Primavera 1 è tornato a rubare la scena grazie ai suoi intepreti. Lassù, in cima, c'è sempre Alessio Riccardi della Roma. Il centrocampista giallorosso sta un po' campando di rendita dopo un avvio caratterizzato da due doppiette nelle prime giornate. Aver perso la strada del gol, però, non sarà mai un problema per il gioiellino capitolino che può esporre anche altro tipo di mercanzia. 

Alle spalle del centrocampista della Roma si sta facendo largo un altro giocatore che, di professione, non è un attaccante. Si tratta di Mathias Schirò dell'Inter, attualmente secondo della classe nel ranking di rendimento targato La Giovane Italia. La sua tripletta contro il Genoa non è bastata ai nerazzurri, battuti 4-3 dai grifoncelli, vogliosi di allungare la striscia di vittorie consecutive in campionato. Uno stop indolore, perché il torneo sta vivendo ancora l'alba, reso ancor meno pesante dallo show del ragazzo cresciuto nello Juventus Club di Novara. Tre marcature a ritmo di musica per il ragazzo piemontese che vive la sua vita a ritmo di trap e di rap. Tra i migliori giocatori dell'intero campionato Primavera, ranking di rendimento Lgi a parte, c'è proprio Schirò. Nell'almanacco Lgi, intanto, il centrocampista nerazzurro è paragonato a un altro giocatore dell'Inter (dei grandi), ovvero Matias Vecino.

A pari punti con Schirò, nella classifica di rendimento, c'è Flavio Bianchi. L'attaccante del Genoa continua a gonfiare le reti con una continuità mostruosa. Anche lui si è preso la scena in Genoa-Inter, mettendo a segno la tripletta che ha ribaltato la sfida. A un certo punto i nerazzurri, avanti per 3-1, sembravano avere il match in pugno, ma non hanno fatto i conti con l'attaccante rossoblù. Un vero e proprio tifoso della squadra ligure che da quando Bianchi ha 9 anni lo ha cresciuto e coccolato, con una sola parentesi che ha visto il giocatore originario di Voghera protagonista con la maglia del Torino.

A chiudere il cerchio dei triplettisti di giornata ci ha pensato un ex "galletto" del calibro di Giacomo Manzari, attaccante in forza al Sassuolo. Tre reti che hanno spedito in orbita il centravanti neroverde che ha scalato la classifica di rendimento Lgi, portandosi all'ottavo posto. I suoi trascorsi nel Bari (club che è stato costretto a lasciarlo andare dopo il fallimento) lo temprato Manzari, che a Sassuolo sta vivendo l'ultima stagione da fuori quota in Primavera. Un'occasione più che ghiotta per mettersi in mostra. Se poi si fa largo a suon di triplette...

Ma non di soli gol vivono gli ellegiini. Tra i top di giornata da segnare l'unico portiere azzurrabile che non ha incassato reti, ovvero Marco Molla del Bologna, così come i difensori Lgi che hanno incassato il bonus per aver contribuito al clean sheet: oltre ai bolognesi Elia Visconti, Omar Khailoti, Denis Portanova e Riccardo Lunghi, da segnalare il solito Caleb Okoli (il difensore con il rendimento Lgi migliore, come testimonia il settimo posto attuale nella classifica generale), Federico Bergonzi e Matteo Ruggeri dell'Atalanta.