Merola, il primo gol empolese è una questione di famiglia

Nella giornata che anticipa il weekend del secondo turno di Coppa Italia sono state tre le compagini ad essere impegnate in test amichevoli: Cagliari e Genoa per la serie A, Juve Stabia in rappresentanza della serie B. A queste si aggiunge la partitella in famiglia dell'Empoli, importante per il primo sigillo non ufficiale di Davide Merola in azzurro.

Cagliari. I sardi hanno pareggiato 1-1 contro il Catania, con gli etnei che mirano a un ritorno immediato nelle serie che più contano, il tecnico Rolando Maran (ex di turno) non ha schierato giocatori nella cerchia de La Giovane Italia. In panchina, però, c’era Giuseppe Ciocci, portierino del 2002 che, pur giocando poco, sta facendo l’importante esperienza del precampionato con la prima squadra rossoblù.

Genoa. Passando al grifone, questa volta privo di Andrea Pinamonti,  a segno giovedì contro la Reggiana, c’è da segnalare la presenza di quattro LGI nel 9-0 contro la Massese. In primis, Nicholas Rizzo (2000), possente difensore centrale dai piedi buoni, utilizzabile anche sulla fascia, come avvenuto in questa occasione nella quale il tecnico Andreazzoli ha fatto diversi esperimenti. Se l'ex Inter ha giocato quasi tutto l’incontro, i suoi giovani compagni sono subentrati a gara in corso, dando il loro contributo alla causa genoana in un match non eccessivamente complicato per i liguri: si tratta di Niccolò Rovella, centrocampista del 2001, cresciuto nell’Accademia Inter per poi passare all’Alcione, impiegato nei secondi 45’; Mattia Zennaro (2000, in prestito al Venezia in serie B nella passata stagione), altro centrocampista, capace di giocare anche da trequartista, entrato al 18’ della ripresa (Alvisiana ed Edo Mestre lo hanno svezzato) e Leonardo Raggio difensore centrale nato nel 2001 e in campo per gli ultimi 20’.

Juve Stabia. Le Vespe hanno avuto vita facile contro la Polisportiva Santa Maria Cilento, battuta 4-0. L’attaccante esterno classe 1999 in prestito dall’Atalanta, Salvatore Elia, ha giocato nel primo tempo mostrando una buona intesa con i compagni e rendendosi protagonista di spunti interessanti, nonostante all’intervallo si sia andati a riposo sullo 0-0. Nella ripresa hanno fatto il loro ingresso in campo, entrambi al 17’, il difensore del 2002 Gianmarco Todisco e il centrocampista del 1999, anche lui in prestito dai bergamaschi, Alessandro Mallamo, calciatore che nel 2016 ha vinto lo scudetto con gli Allievi Nazionali di Massimo Brambilla, dopo il successo in finale sull’Inter.

Empoli. Sgambata in famiglia per l'Empoli che ha pareggiato 1-1 contro la Primavera, in un incontro di tre tempi da mezz'ora l'uno, servito al tecnico Bucchi per provare la formazione anti-Reggina in Coppa Italia. In evidenza, Davide Merola. L’attaccante classe 2000 appena arrivato dall'Inter, tra i più positivi al negativo Europeo Under 19 in Armenia, e in campo per un’ora, al 17’ del secondo tempo ha messo in mostra tutto il suo opportunismo siglando il vantaggio dell'Under 19 di Antonio Buscè. Tra i ragazzi LGI presenti nella prima squadra, vanno segnalati i 2001 Francesco Donati e Samuele Ricci, entrambi schierati nei primi due mini tempi e autori di una buona prestazione, e Kevin Cannavò (2000), attaccante da poco prelevato in seguito al fallimento del Palermo. Quest'ultimo ha disputato soltanto la prima frazione. In campo naturalmente anche Davide Frattesi, che si è posizionato in mezzo al campo, protagonista nella prima parte di gara di un bel tiro stampatosi sulla traversa.
Francesco Calvelli