Niente Mondiale? Ora Sala cerca notti magiche con l’Arezzo

Non è bastato un torneo di serie C da protagonista a Marco Sala per convincere Paolo Nicolato a concedergli un posto sull'aereo per la Polonia. Il terzino scuola Inter ma in prestito all'Arezzo è rimasto tagliato fuori dalle convocazioni del ct per il Mondiale Under 20.
Il ragazzo di Rho aveva accarezzato l'idea dopo aver preso parte a 8 delle convocazioni diramate da agosto in poi quando è stato avviato il nuovo ciclo. Il cursore mancino era sceso in campo da titolare nell'amichevole estiva con il San Marino e successivamente nelle gare della Elite League contro Germania e Repubblica Ceca. In altre due occasioni invece con Portogallo e Olanda era subentrato nel finale dalla panchina mentre, ancora, con Inghilterra e Svizzera aveva osservato i compagni.
La sua estate però potrebbe diventare altrettanto magica perché c'è un altro obiettivo da perseguire ed è la strada della promozione in serie B attraverso i playoff con la maglia dell'Arezzo. Un cammino sicuramente molto difficile, specie per i nomi delle squadre in lizza per lo stesso traguardo, ma che il terzino cresciuto nel settore giovanile dell'Inter non vuole lasciare intentato per concludere al meglio una stagione comunque positiva. Come testimonia anche il ranking della Giovane Italia riservato agli Under 19.
Il difensore esterno mancino, che nel suo palmares conta già su 2 campionati Primavera, una Supercoppa Italiana e un torneo di Viareggio, si è classificato al secondo posto della graduatoria che ha visto raccolti 200 ragazzi che hanno messo piede in campo per almeno un minuto nella terza serie del calcio italiano. Una vittoria sfumata al fotofinish dal momento che il sorpasso di Alessandro Fiordaliso è arrivato alla penultima giornata anche a causa di qualche assenza legata alle convocazioni con l'Italia Under 20.
Per Sala i playoff sono cominciati sotto il segno della continuità. Così come aveva già vissuto la fase regolare, da padrone della fascia sinistra dello scacchiere tattico orchestrato da Alessandro Dal Canto. La post season è iniziata con i 96 minuti in campo contro il Novara, eliminato in virtù della migliore posizione in classifica conseguita durante la stagione.
Domani alle 18 Sala si presenterà all'esame Viterbese per provare a strappare il pass per il turno successivo e continuare a vivere così in Italia le sue notti magiche, a migliaia di chilometri di distanza dalla Polonia, dove saranno impegnati i "suoi" compagni Azzurri.
Uno, Salvatore Esposito, proviene proprio dalla serie C. Ed è l'unico rappresentante di Lega Pro che è riuscito a conquistare un posto nell'elenco dei 21.
Il centrocampista della Spal, al Ravenna negli ultimi sei mesi, mercoledì è stato regolarmente al suo posto nel match con la Feralpisalò che è costata l'eliminazione ai Leoni. Esposito non ha abbandonato il ring rimanendo sul terreno di gioco per tutti i 98' prima di rispondere alla chiamata di Nicolato e raggiungere il ritiro del centro di preparazione Olimpica di Tirrenia.
Altri 4 Under 19 hanno trovato spazio in campo mercoledì scorso. Il Ravenna ha schierato anche Carlo Martorelli, pure lui concentrato sulla gara dal primo all'ultimo minuto.
Così come Alessandro Sangiorgi, eliminato con la sua Pro Vercelli per mano della Carrarese. Il centrocampista ha rimediato nell'occasione un cartellino giallo che gli sarebbe costato un punto nel ranking Lgi di serie C. Poco male tuttavia alla luce dei 98' tra i ventidue.
Sessantatré minuti è durata invece la prestazione di Federico Mastropietro della Virtus Francavilla, sconfitto dal Potenza di Ciro Panico, 48' sul rettangolo verde.

Credit foto: ssarezzo.it