Olbia, Roberto Biancu è pronto per il livello successivo

Anche nel turno infrasettimanale i numeri di serie C sono stati confortanti per ciò che riguarda la presenza di Under 19 italiani in campo. 47 i calciatori nati dal 2000 in poi impegnati tra mercoledì e giovedì nel sesto turno di campionato.

Girone A. L'Olbia non è riuscita a evitare la sconfitta contro la Carrarese ma tra le fila galluresi si è messo in evidenza ancora una volta Roberto Biancu. Il centrocampista classe 2000 di proprietà del Cagliari ha tentato di trascinare i suoi compagni con un gol e un assist. Non è bastato ma ha confermato la sua crescita costante. Il ritiro di quest'estate con i rossoblù gli è servito per comprendere i segreti da Luca Cigarini. Al ritorno a Olbia si è presentato con ulteriore fame. Il ragazzo di Sassari vuole raggiungere in fretta la serie A, assaporata il 28 maggio 2017 nella partita contro il Milan. Pochi minuti che hanno stuzzicato il suo appetito.
Dalla stagione successiva però il calciatore nel giro delle Nazionali minori si è trasferito all'Olbia con cui è arrivato a disputare quest'anno il terzo campionato consecutivo in serie C. Naturalmente in prestito perché a Cagliari le antenne sono sempre rimaste ben puntate su di lui. E a giudicare dall'avvio di stagione personale, il passaggio al livello successivo è sempre più vicino. Da quando è cominciato il campionato, Biancu ha già siglato due reti. La prima, bellissima, su calcio di punizione nella sfida con il Potendera. La seconda è arrivata in occasione del turno infrasettimanale. Contro la Carrarese, il duttile centrocampista ha firmato un'altra prodezza balistica con un tiro di destro che si è infilato sul secondo palo, dove Francesco Forte non sarebbe mai potuto arrivare. Non è finita qui perché il sassarese ha poi servito il pallone della seconda marcatura per Roberto Doratiotto, altro prodotto tra i più fulgidi della "cantera" cagliaritana. Il rapporto tra le due società è prolifico e fruttifero per entrambe, come dimostrato anche dall'assist di Mattia Pitzalis per il gol di Biancu.
Quest'ultimo, svezzato inizialmente dalla Lanteri Sassari, in appena sei giornate ha già eguagliato il suo record in termini di gol realizzati e ora a suon di prestazioni positive vuole regalare un'altra salvezza all'Olbia prima di salutare definitivamente e dedicarsi al passaggio in palcoscenici più prestigiosi. Il lungo apprendistato in Gallura lo ha "costruito" come calciatore plasmandolo anche in più ruoli dal momento che è stato chiamato a fare il mediano, la mezzala e anche il trequartista. A tutto ciò da aggiungere anche l'esperienza accumulata in oltre sessanta partite tra i professionisti.
Tra i 25 protagonisti Under 19 del girone A, intanto, nessun volto ancora sconosciuto.

Girone B. Un debutto invece nel girone B, quello di Gabriele Ingrosso dell'Imolese. Il terzino sinistro leccese del 2000 è arrivato a Imola quest'estate dopo una stagione in serie D con la maglia dell'Audace Cerignola.
Nel raggruppamento centrale, dieci gli Under 19 "azzurrabili" impiegati nella sesta giornata. Spicca il gol di Davide Di Francesco (2001), ex Juventus ora al Fano ma di proprietà dell'Ascoli, società in cui è tornato in seguito all'esperienza biennale nei bianconeri torinesi. Su di lui ci siamo soffermati maggiormente negli scorsi giorni nell'articolo per la rubrica de La Giovane Italia su Tuttomercatoweb.

Girone C. 12 presenze Under 19 e un debutto pure nel girone C. Il nuovo che avanza è rappresentato da Marco Simonelli della Viterbese. L'attaccante esterno ex Frosinone ha giocato un'ora del match contro il Teramo.