Poker Meli, tris Sottil: primi gol Lgi dai ritiri di A

Inizia nel migliore dei modi la stagione di Cagliari e Fiorentina che superano, nel primo test amichevole stagionale, rispettivamente 15-1 la Rappresentativa locale di Aritzo e 21-0 il Team Val di Fassa. Siamo ancora ai primi calci, con i ritiri iniziati da poco, però già si possono intravedere diversi segnali positivi. È calcio d’estate e i giovani devono approfittarne per mettersi in mostra. I ragazzi molto cari a La Giovane Italia non hanno per nulla sfigurato in queste prime apparizioni.

A scendere in campo, con minutaggi diversi, sono stati due giocatori del Cagliari e ben sette della Fiorentina.

Partendo dai rossoblù, il tecnico Maran ha portato con sé il portiere classe 2002 Giuseppe Ciocci, lasciato però in panchina per tutto l’incontro (se ne riparlerà nelle prossime amichevoli). Discorso diverso per i centrocampisti nati nel 2000 Roberto Biancu e Fabrizio Caligara. Nel primo caso minutaggio veramente alto con Biancu che ha giocato tutto il primo tempo, per poi rientrare in campo nella ripresa, esattamente al ’69. Buona la prova del mediano. Nella seconda frazione di gara, fin dal 46’, ha avuto la sua occasione anche Caligara, anch’egli autore di buone giocate.

Passando ai viola, nel match in cui hanno travolto la Val di Fassa, hanno fatto la loro comparsa i difensori Edoardo Pierozzi e Riccardo Baroni, rispettivamente classe 2001 e 1998. Entrambi sono scesi in campo per pochi minuti: sul finire dei due tempi, entrando al 40’ della prima frazione e all’84’ nella ripresa. Sugli scudi il difensore Luca Ranieri. Il classe ’99 non solo ha giocato tutto il primo tempo, ma al 26’ ha anche segnato il gol del momentaneo 7-0. Ma il vero mattatore dell’incontro è stato il centrocampista del 2000, Marco Meli: pur giocando due scampoli di gara tra primo e secondo tempo (ingresso sul terreno di gioco al 40’ e all’84’) è riuscito nell’impresa di realizzare un poker con reti. Bene anche Riccardo Sottil, l’attaccante nato nel 1999 ha disputato tutto il secondo tempo, timbrando per tre volte il cartellino dei marcatori. Buona la prima per i talenti Lgi.

 

Francesco Calvelli