Primavera femminile: Ilenia Viscuso, dalla Sicilia a Empoli

Allegra e dal carattere estroverso, ma allo stesso tempo forte, Ilenia Viscuso è una delle giocatrici di maggior talento della formazione Primavera dell'Empoli Ladies. Arrivata in azzurro nel luglio del 2018 dal Terzo Tempo Palermo, squadra della sua città natale, la centrocampista siciliana ha dimostrato di essere una calciatrice duttile, capace di ricoprire più ruoli assecondando le esigenze dell'allenatore.
Grazie ad un impiego continuo in questo inizio di campionato e al gol messo a segno in occasione della trasferta a Cesena, dove l'Empoli si è imposto con il risultato di 6-1, la Viscuso si trova al trentaduesimo posto nella classifica del nostro Ranking Primavera con 9 punti totalizzati in 270 minuti giocati.
L'abbiamo incontrata per farci raccontare chi è Ilenia dentro e fuori dal campo.

Com’è iniziata la tua passione per il calcio?
È una passione che mi porto dentro fin da piccolina. Mio fratello e mia sorella maggiore hanno cominciato a giocare a calcio quando io avevo cinque anni: ho cominciato a seguire ogni allenamento, ogni partita, diventando la loro prima tifosa, mentre loro diventavano i miei allenatori preferiti. Qualche anno dopo ho iniziato a giocare in una squadra maschile del paese in cui abito, da allora il calcio è sempre stato una delle mie più grandi passioni.

Dalla tua Sicilia alla Toscana a 16 anni. Come sei riuscita a gestire il cambiamento di vita?
È stato abbastanza difficile. A questa età non si è ancora del tutto pronti a lasciare casa, la famiglia, gli amici e tutte le proprie abitudini. Da ragazzi si ha sempre voglia di andare via da casa ed essere un po’ più indipendenti. Quando però vai ad abitare lontano capisci quanto sei fortunato e quanto si sta bene a casa propria. Nonostante questo posso dire che sono riuscita a cavarmela abbastanza bene. Ho imparato tante cose, ho conosciuto nuove persone, ho cominciato ad apprezzare ciò che prima non apprezzavo. Ho scoperto alcuni lati deboli del mio carattere, ma anche quei lati forti che mi hanno permesso di vivere in modo sereno questa esperienza. Ho imparato che bisogna fare molti sacrifici per ottenere qualcosa che si desidera tantissimo. Nulla è dovuto e tutto va guadagnato! È un’esperienza che mi sta formando molto come persona, oltre che come calciatrice.

Cosa ti ha spinto ad accettare il trasferimento a Empoli?
È stata la mia passione per il calcio. Mi sono trovata davanti un’opportunità molto importante. Se volevo realizzare il mio sogno e raggiungere i miei obiettivi, dovevo rinunciare a qualcosa. Ho rinunciato a tante cose, ma ne è valsa la pena. È stata una proposta che ho accettato subito, non ho avuto dubbi.

Hai sempre giocato da centrocampista o in passato hai ricoperto altri ruoli?
Mi è capitato di coprire altri ruoli: ho giocato come punta e come esterno d’attacco, mi sono sempre adattata in base alle esigenze della squadra. Negli ultimi anni, però, ho giocato sempre a centrocampo: mi sono ritrovata a giocare come mediano, mezz’ala e anche come trequartista. Questa è la zona di campo in cui riesco a esprimere meglio il mio gioco.

A quale calciatrice o calciatore ti ispiri?
Come calciatrice mi ispiro a Manuela Giugliano.

Quale caratteristica ti contraddistingue in campo?
La grinta, la tenacia, la voglia di recuperare ogni pallone, di lottare fino all’ultimo minuto, ma anche la fantasia durante la costruzione di un’azione.

Come ti descriveresti da un punto di vista psicologico-caratteriale all’interno del gruppo e in campo?
Cerco di essere un leader, una figura di riferimento su cui il mister e le compagne possono sempre contare. Il mio obiettivo è trasmettere sempre al gruppo la voglia di fare bene e migliorare.

Chi è Ilenia Viscuso fuori dal rettangolo di gioco? Studia? Che cosa vorrebbe diventare/in che veste si vede in un futuro?
Fuori dal rettangolo di gioco sono una ragazza semplice, allegra ed estroversa. Metto passione in quello che faccio e cerco di dare il massimo per raggiungere i miei obiettivi. Sono sempre disponibile con gli altri e pronta a dare una mano quando c’è bisogno. Frequento il Liceo delle Scienze Umane. Dopo il Liceo, voglio continuare gli studi dedicandomi al mondo dello sport e del calcio, per poter insegnare ai bambini e ai ragazzi tutto ciò che in questi anni ho imparato e continuerò ad imparare.

Ringraziamo Ilenia e le auguriamo un grande campionato con l'Empoli Ladies Primavera, con la speranza di vederla al più presto in prima squadra agli ordini di mister Pistolesi.