U21 Serie B: Pobega storico, Scamacca impiegato del mese

Comincia il campionato di Serie B, in una stagione 2019-20 che si annuncia aperta a ogni di esito e potenzialmente ricca di sorprese. Senza una chiarissima favorita, con molte delle big che sono incappate in passi falsi anche clamorosi nella gara d’esordio, il campionato cadetto è destinato a regalare equilibrio e spettacolo, mettendo in vetrina come da tradizione tanti giovani nell’orbita de La Giovane Italia. Sono stati ben sedici gli Under 21 azzurrabili scesi in campo nel primo turno della stagione. Un numero considerevole, avvalorato dalle ottime prestazioni sfoderate dai ragazzi targati LGI, che fanno ben sperare in vista del futuro.

Pobega fa la storia – L’uomo da copertina si è fatto attendere fino al posticipo del lunedì, come quei vip che arrivano sul red carpet all’ultimo momento per prendersi i flash più luminosi dei fotografi. Tommaso Pobega si è regalato una serata storica, per sé e per il suo Pordenone in quella che per il centrocampista di scuola Milan e per il club friulano è stata la prima gara in assoluto nel campionato di Serie B. I ramarri hanno rifilato un sonoro 3-0 al Frosinone, squadra tra le pretendenti più accreditate alla lotta per la promozione, con la doppietta del classe ’99 che ha illuminato la scena alla Dacia Arena. Dopo il settimo posto nel Ranking LGI di Serie C dello scorso anno, giocato con la maglia della Ternana, Pobega ci teneva a farsi subito notare anche al piano superiore. Missione compiuta, col Milan (proprietario del cartellino) che già prende appunti per il futuro.

Scamacca, l’impiegato del mese – I quattro gol in due partite di Coppa Italia non sono rimasti un segnale isolato. Gianluca Scamacca ha timbrato il cartellino anche alla prima di campionato, in quella che sembra poter essere la stagione della definitiva consacrazione per l’ariete dell’Ascoli. Le buone prestazioni al Mondiale Under 20 avevano rappresentato un segnale importante, ribadito forte e chiaro nelle prime tre gare ufficiali agli ordini di mister Vivarini. E il delizioso destro a giro che ha aperto la sfida contro il Trapani è il biglietto da visita che riassume tutte le qualità del centravanti classe ’99, che si aggiudica il fantasioso (ma nemmeno troppo) premio di impiegato del mese di agosto visti i cinque centri in tre partite disputate.

Chievo k.o., ma che tris – Comincia con una sconfitta il cammino del Chievo, che si ritrova a disputare il campionato cadetto per la prima volta dopo undici anni consecutivi di Serie A. La sconfitta sul campo del Perugia può però addolcirsi pensando al tris di Under 21 azzurrabili schierati da mister Marcolini, che ha lanciato da primo minuto l’esordiente Massimo Bertagnoli e il nuovo arrivato Salvatore Esposito, gettando nella mischia anche Emanuel Vignato. Quella del Curi è stata la “partita LGI” della settimana, vista la presenza di Christian Capone nelle fila degli umbri. I quattro Under 21 azzurri in campo battono di un soffio di tre di Venezia-Cremonese, con Alessandro Fiordaliso (primatista del Ranking Serie C lo scorso anno) Fabrizio Caligara in campo coi lagunari e Nadir Zortea lanciato nei minuti di recupero coi grigiorossi.

Sala, buona la prima – Tra gli altri LGI scesi in campo nella prima giornata di Serie B spicca Marco Sala, che al debutto con la maglia della Virtus Entella si è regalato una solida prestazione da titolare condita dal successo a rete inviolata contro il Livorno, con la cui maglia si è visto all’opera Enrico Del Prato. In campo anche Davide Frattesi, entrato nel secondo tempo per dare il suo contributo al successo dell’Empoli contro la Juve Stabia (che nel finale ha schierato Salvatore Elia). Maglia da titolare per Davide Bettella e Andrea Colpani, scesi in campo dall’inizio con Pescara e Trapani senza però riuscire a evitare le sconfitte delle rispettive squadre. Mezz’ora di sostanza per Samuele Birindelli, nel buon pari casalingo del Pisa contro il Benevento.