Una domenica bestiale per Sottil, Zaniolo e Antonucci

La seconda domenica di agosto ha offerto poche amichevoli, ma tanti spunti dei ragazzi in orbita La Giovane Italia che si sono presi la scena anche rispetto a compagni più blasonati.

Inter. Dopo l'amichevole con il Valencia, sgambata a porte chiuse, contro la Virtus Bergamo, per i nerazzurri. Nella partitella che ha visto Lukaku presentarsi con un poker, si è preso la sua fetta di scena anche Sebastiano Esposito. Calciatore chiave in questa estate interista, fino ad ora priva di punte, l'attaccante del 2002 ha fatto bella mostra, per l'ennesima volta, delle proprie qualità, realizzando una doppietta. Il primo gol è da stropicciarsi gli occhi: finta a mandare a vuoto un difensore avversario e perfetto diagonale sul palo opposto. È il primo squillo dell'incontro, ma non finisce qui perché Esposito realizza anche il quarto gol, smarcato da solo davanti al portiere lo salta e deposita nella porta sguarnita. Prestazione impreziosita anche da un paio di tocchi di fino per liberare i compagni in zona gol. Reti di pregevole fattura e assist, solo applausi per una dei prospetti più interessanti del nostro calcio.

Roma. I giallorossi fanno bella figura all'Olimpico, imponendo il 2-2 nei tempi regolamentari al Real Madrid, per poi vincere ai rigori con una serie perfetta (5 centri capitolini contro i 4 delle merengues). Sta crescendo la condizione di uno degli under più affermati e che ha già dimostrato il proprio valore, nella passata stagione, sia con la squadra di club che in nazionale. Il riferimento è a Nicolò Zaniolo, centrocampista classe 1999 che ha bruciato le tappe diventando, in pochi mesi, un punto di riferimento per la Roma. Il ragazzo nato a Massa, come ha fatto vedere con gli spagnoli, quando riesce a cambiare ritmo diventa incontenibile. Un ulteriore saggio delle sue qualità l’ha offerto in occasione del gol di Perotti arrivato al termine di una devastante progressione.
Nota di merito per Mirko Antonucci. Il talentuoso attaccante LGI, entrato in campo a 15' dal termine delle ostilità, dopo qualche spunto interessante, al momento dei penalty, mostrando carattere e determinazione, si è presentato sul dischetto calciando un rigore perfetto, imparabile. Piccoli dettagli che danno ulteriore conferma della crescita costante del ragazzo classe 1999.

Fiorentina. Una viola scatenata annichilisce il Galatasaray dell’ex allenatore Fatih Terim per 4-1. A spiccare, nella vittoria toscana, il gol del nostro LGI, Riccardo Sottil. L’attaccante classe 1999 sta facendo vedere ottime cose in questo ritiro precampionato con la prima squadra ed è andato in gol anche contro i turchi. Il prodotto del vivaio fiorentino, inizia alla grande il match conquistando il rigore che Boateng trasforma per il momentaneo 1-0. Ma non è finita qui perché, proprio l’ex milanista, ricambia il favore offrendo un assist al bacio al giovane esterno torinese che con grande freddezza trasforma in oro raddoppiando per i suoi.
A timbrare il cartellino anche il difensore Luca Ranieri, sceso in campo dal 1’ e autore di una prestazione ordinata e convincente. Il duttile difensore del 1999 gioca da veterano ed è sempre più vicino alla riconferma.

Udinese. L’unica gara di giornata che non ha visto protagonisti LGI, è stata quella vinta per 1-0 dai friulano contro l’Al Wasl. Unico rappresentante, tra gli under, era Francesco Mazzolo, difensore centrale del 2001 rimasto, però, tutto l’incontro a guardare i compagni dalla panchina. L’età è dalla sua parte e il diciassettenne alle prime esperienze in prima squadra, avrà altre occasioni per dimostrare il proprio valore.
Francesco Calvelli