Under 17 AeB, Roma e Atalanta campioni d’Inverno!

Due campioni d'Inverno già ufficiali ed una terza che uscirà dal derby di Torino... a distanza: Atalanta e Roma vincono nella penultima giornata di andata del campionato Under 17 confermando di essere le dominatrici dei gruppi B e C mentre per Toro e Juve – rispettivamente prima e seconda al momento del gruppo A – ci sono ancora 80 minuti di tempo, di attesa, di voglia per andare a prendersi il traguardo di metà stagione. Simbolico ma sempre importante dal punto di vista della convinzione. Con Allievo Modello, anche questa settimana, vi raccontiamo tutto sui migliori 2001 d'Italia!

 

GIRONE A

Carpi-Cremonese 0-3 [Rossi, Kadjo (2)]

Empoli-Sassuolo 3-0 [D.Donati (2), Mosca]

Fiorentina-Genoa 2-1 [Ponsi, Spalluto – Krasniqi]

Juventus-Entella 4-2 [Franco, Diallo, Petrelli, Fagioli – Vianni, Costa]

Parma-Novara 2-0 [De Marco, Kasa]

Spezia-Sampdoria 0-1 [Y.Mpie]

Torino-Pro Vercelli 1-0 [Celesia]

 

Classifica

Torino 30

Juventus 29

Sampdoria 25

Fiorentina 22

Genoa 21

 

Marcatori

Moreo e Petrelli 9

Zunno e Mattioli 8

Kadjo 7

 

Tengono alto il ritmo nel primo raggruppamento, dunque, le due torinesi. Sono 8 le vittorie consecutive ora per i granata di mister Sesia, che per una volta non trovano il timbro sul cartellino a fine match da parte di Moreo ma si accontentano invece del primo sigillo in campionato di Lino Celesia. Talento siciliano, arrivato in estate dal Trapani dopo una stagione da doppia cifra sfiorata in U16 (9 gol in 16 match, non male), ha trovato finora poco spazio e quasi sempre a partita in corso. Anche contro la Pro Vercelli il suo ingresso a ridosso dell'80° è stata l'ultima mossa dell'allenatore per sbloccare lo 0-0: gli sono bastati 120 secondi, però, in questo caso, per accendere i riflettori e piazzarsi in primo piano, per una fotografia da copertina! Più rotondo il successo della Juve contro l'Entella, un poker con i soliti Nicolò Fagioli e Elia Petrelli in rete: per il bomber bianconero, prima piazza della classifica cannonieri riconquistata, proprio in compagnia del "cugino" Moreo, a quota 9. Dietro alle duellanti per il primato, ecco poi la Samp di mister Alessi, nel segno della stellina belga Jamie Yayi Mpie; arrivato in estate dall'Anderlecht, scuola di calcio tra le più importanti in Europa, il miglior marcatore blucerchiato ha segnato il suo 6° gol in 12 giornate, in perfetta media per candidarsi come uno dei 2/3 ragazzi non italiani che si meritano ogni anno le nostre attenzioni, in Allievo Modello... Discorso simile per Konan Junior Kadjo, attaccante che sta trascinando la Cremonese con i suoi 7 sigilli, fondamentali per assicurare 3 delle 4 vittorie ottenute fin qui dai grigiorossi, nel complesso 10 dei 14 punti di squadra. Decisamente un fattore per mister Danelli. Scendendo ancora di un gradino in classifica, sorpasso della Viola di Cioffi sul Genoa, in un momento complicato dopo il grande avvio e che nei 3 big match consecutivi con Juve, Toro e appunto Fiorentina ha raccolto solo 1 punto. Per i toscani in gol Samuele Spalluto – giovane attaccante cresciuto nella 'Corvino Accademy' in Puglia e poi passato al Lecce, da dove l'ha pescato il club nell'estate 2016 evidentemente su imbeccata del Direttore Sportivo – e Fabio Ponsi, terzino di grande capacità offensiva che era partito con due timbri nelle prime due giornate e sta proseguendo la sua ottima annata, con grande utilità per la squadra, a tutto campo. Altra formazione un po' in crisi in questa fine 2017 è il Sassuolo, che quando non trova le giocate di Mattioli soffre non poco nel lasciare il segno e incappa nel secondo KO di fila contro l'Empoli, guidato per l'occasione da Davide Donati, al primo appuntamento con il gol in campionato. Chiude il quadro il 2-0 del Parma sul Novara, con gli emiliani che – dopo la serie nera di 5 sconfitte consecutive – confermano di essersi rialzati, tornando a vincere dopo 3 mesi e soprattutto raccogliendo i primi 3 punti casalinghi dell'anno.

 

GIRONE B

Atalanta-Hellas Verona 5-1 [Traore, Ghislandi, Gyabuaa, Ghisleni, Piccoli – De Zotti]

Bologna-Milan 2-2 [Rocchi, Rabbi – Sala, Maldini]

Brescia-Udinese 1-0 [Lussignoli]

Chievo Verona-Cagliari 1-0 [Rovaglia]

Inter-Cesena 3-0 [Ntube, Fonseca, Vaghi]

Lazio-Cittadella 1-1 [Petricca – Varotto]

SPAL-Venezia 1-1 [Minaj – Pasqualato]

 

Classifica

Atalanta 33

Cagliari 24

Inter 23

Chievo Verona, Cesena e Milan 22

 

Marcatori

Cannas e Vergani 9

Rocchi, Ghislandi e Rovaglia 8

Manara e Rabbi 7

 

Giochi fatti per quanto riguarda il vertice nel secondo raggruppamento, con un'Atalanta che – settimana dopo settimana – sembra sempre più incontenibile. Quarto weekend di fila con gol personale e vittoria di squadra per Davide Ghislandi, decisamente immarcabile per i coetanei, anche se stavolta segnaliamo soprattutto il ritorno al gol di Roberto Piccoli: infortunatosi in estate con l'Under 17 azzurra (e dopo una stagione pazzesca in U16, l'anno scorso, con 23 gol totali tra regular season e quarto di finale perso contro il Milan poi campione d'Italia), l'attaccante nerazzurro ha recuperato appieno e si aggiunge al gruppo di talenti come di consueto di livello top dei bergamaschi, in categoria. Difficile anche in proiezione finali 2018 trovare una squadra più completa e con maggiori probabilità di vittoria rispetto a quella di mister Bosi. Addirittura 9 i punti di distacco dal Cagliari secondo in graduatoria e fermato dal Chievo dell'implacabile Pietro Rovaglia, anche lui a quota 8 reti come Ghislandi finora. Assieme a loro e dietro Cannas e Vergani (entrambi a secco in questa giornata), ecco Matias Rocchi, il più giovane della compagnia essendo un 2002: ci pensa lui, assieme al gemello del gol Simone Rabbi (come Piccoli grande annata in U16 nel 2016/17, con 13 gol in regular season) a bloccare il Milan di Daniel Maldini. Notevole, per il fantasista rossonero, la risposta agli stimoli cui sono ovviamente soggetti i figli d'arte così famosi già in tenera età, con una mole di occasioni non concretizzate + gol effettivamente a referto abbastanza incredibile, valutando tutte le singole partite giocate. Segno che il ragazzo c'è e continua a crescere bene. Ne approfitta l'Inter, con sorpasso sui cugini milanesi grazie al tris rifilato ad un Cesena che – nel giro di 160 minuti, le ultime due giornate – ha incassato più gol che in tutte le precedenti 10... Detto delle posizioni di testa, si lotta tra centro e bassa classifica con le unghie e con i denti: importante la prima vittoria stagionale per il Brescia di mister Beruatto, che si sblocca contro l'Udinese; pari invece le sfide tra Lazio e Cittadella (anticipo del match di Coppa Italia dei 'grandi', stravinto invece dai biancocelesti) e tra SPAL e Venezia.

 

GIRONE C

Palermo-Perugia 0-3 [Metelli (2), Corsi]

Pescara-Crotone 1-0 [Angelozzi]

Frosinone-Roma 0-1 [Cangiano]

Avellino-Ascoli 2-3 [Coiro, Falco – Intinacelli, Buonavoglia (2)]

Napoli-Bari 1-3 [Salimbè – Ansani, Alba, Caruso]

Ternana-Salernitana 0-1 [Iannone]

Foggia-Benevento 1-2 [Graziano – Strianese, Russo]

 

Classifica

Roma 29

Benevento 25

Napoli 22

Frosinone 21

Ascoli 19

 

Marcatori

Iannone 11

Altobello 8

Barbarossa, Labriola 7

 

Come per l'Atalanta nel gruppo B, anche la Roma nel C stacca la concorrenza e si prende il titolo di campione d'Inverno, anche se con minore cattiveria sportiva (e meno punti di gap): i giallorossi però, come avevamo segnalato in tutti gli ultimi appuntamenti con Allievo Modello, hanno trovato quadratura e ritmo nella loro corsa davanti al resto della concorrenza e la vittoria di misura nel derby regionale contro un Frosinone che aveva altrettanto ben figurato nelle settimane precedenti, rappresenta una conferma pesante delle ambizioni di mister Baldini e dei suoi. A decidere il match è stato il rientrante Gianmarco Cangiano, al debutto con il gol in stagione; per uno che ha già un soprannome (Magic Box, evoca dolci ricordi calcistici per tutti gli amanti del genere, trequartista a tutta tecnica, Gianfranco Zola...) un modo come un altro per segnalare l'inizio in ritardo della propria annata di crescita, verso il salto in Primavera! Non molla un centimetro, al secondo posto in classifica, il Benevento, corsaro a Foggia con i sigilli di Mario Strianese e Domenico Russo; chi invece cade, abbastanza a sorpresa, è il Napoli di mister Chianese, KO in casa contro il Bari dopo una sfida nervosa passata da un rigore sbagliato, l'inferiorità numerica ed un finale beffardo, dopo essere riuscito a recuperare lo 0-1 iniziale dei pugliesi. Decisivo Angelo Ansani, ex dell'incontro, arrivato a 5 reti in campionato. Musica per le orecchie di mister Cerasi e dei 2001 dell'Ascoli, tornati alla vittoria e in corsa per la zona playoff dopo due sconfitte consecutive, grazie a Kevin Buonavoglia che – perso o quasi il gemello del gol Di Francesco, ormai fisso in Primavera – ha sulle spalle buona parte del peso offensivo bianconero. Doppietta per lui e anche per Edoardo Metelli, protagonista nel 3-0 a domicilio del Perugia a Palermo. In chiusura da segnalare l'11° centro del re dei bomber della categoria, Carmine Iannone, come di consueto decisivo per la Salernitana e anche l'1-0 interno del Pescara sul Crotone, firmato Alessandro Angelozzi. Campione regionale categoria Giovanissimi due stagioni fa con l'ASD Curi Pescara Poggio degli Ulivi, vivaio tra i più rinomati d'Abruzzo, prima di passare i biancoazzurro nell'estate 2016.