Under 17, avanti Genoa e Milan: ora i quarti di finale

L'Europeo va in cassaforte, l'Italia l'ha chiuso al secondo posto cadendo per la seconda volta consecutiva contro l'Olanda ma mettendo in mostra un'ottima identità di squadra e tante buone individualità. Si torna a pensare al campionato di categoria, agli ultimi appuntamenti verso la final four. Domenica scorsa hanno staccato il pass per i quarti di finale il Genoa che ha superato la Spal con un gol di Diakhate dopo che Conti aveva sfiorato il vantaggio colpendo la traversa. Al prossimo turno i rossoblù affronteranno l'Inter che ha dominato il girone B con undici punti di vantaggio sull'Atalanta. Non è bastato un eurogol di Ferraro al Benevento per realizzare l'impresa del successo al Vismara, il Milan è riuscito a ribaltare il vantaggio sannita con Colombo e Di Gesù. I rossoneri affronteranno la Roma che ha dominato il girone C affermandosi come una macchina da gol. Gli altri due quarti di finale coinvolgeranno solo squadre che si sono qualificate tramite la regular season: il Napoli affronterà la Fiorentina, sabato pomeriggio la gara d'andata a Firenze, la Juventus incontrerà l'Atalanta con la gara d'andata in trasferta e il ritorno in casa. Il Napoli è la migliore seconda classificata, nel girone C ha portato a casa 52 punti, solo due in più rispetto a quanto conquistato dalla Fiorentina che nel gruppo A è arrivata dietro solo alla Juventus. Gli azzurri punteranno soprattutto sulla solidità difensiva, avendo subito solo 18 gol nella regular season hanno la miglior difesa del torneo. I bianconeri hanno vinto il girone più combattuto, l'hanno spuntata grazie ad un solo punto di vantaggio sulla Fiorentina mentre l'Inter e la Roma hanno dominato le rispettive classifiche con undici punti di vantaggio rispettivamente sull'Atalanta e sul Napoli.

Come per ogni step della stagione, ecco anche l'aggiornamento della nostra classifica di rendimento:

CLICCA QUI per il ranking U17

 

Ci tuffiamo negli equilibri di un campionato tutto da scrivere con la top 4 de La Giovane Italia, ovviamente versione playoff:

PORTIERE: Leonardo Moleri (Milan)

Un solo gol incassato nelle due partite contro Empoli e Benevento ed un rendimento – già espresso durante la stagione regolare – senza picchi ma sempre più che sufficiente. Il n°1 rossonero si presenta con buone credenziali alla sfida più difficile, contro un attacco – quella della Roma – capace di mettere a referto la mostruosità di 126 gol...

DIFENSORE: Alessandro Fontanarosa (Empoli)

Ha rubato la scena, al 'Vismara', nel primo playoff, pur perso dai suoi. Centrale di grandi potenzialità fisiche e dotato già di personalità, acume tattico e capacità di recupero. Insomma, un difensore completo e moderno, di cui sentiremo certamente parlare nei prossimi anni.

CENTROCAMPISTA: Tammaro Ferraro (Benevento)

In gol sia contro il Pescara che contro il Milan, ha dimostrato – pur essendo un attaccante – di poter fare la differenza anche spostato sulla corsia di destra. Ha caratterizzato la stagione dei sanniti assieme a Garofalo, attirando su di sè anche gli occhi delle big e preparandosi al meglio al salto in Primavera, che lo attende a partire da settembre.

ATTACCANTE: Daniel Fossati (Genoa)

Senza il suo gol al minuto 118 contro l'Hellas Verona, forse ora il Genoa non sarebbe faccia a faccia con l'Inter, per un confronto che lui più di chiunque altro (tranne Diakhate, altrettanto decisivo nel match seguente) ha contribuito a conquistare. Come Fontanarosa, trattasi di 2003: un sottoetà, alla corte dei migliori...