Under 21 Serie A: Tonali continua a incantare, tanti esordi

Con la sfida tra Parma e Torino andata in scena ieri sera, che ha visto i ducali imporsi per 3-2, si è chiusa la 6^ giornata di Serie A. Turno che ha confermato Inter e Juventus come prime due forze di campionato, in vista dello scontro diretto in programma domenica sera. Conferme anche in negativo, tra cui il Milan (sconfitto dalla Fiorentina tra i fischi di San Siro) e le due genovesi (che tra cambi a livello di guida tecnica e di giocatori stentano a trovare un'identità). Non stentano invece a trovare spazio alcuni talenti in orbita La Giovane Italia, per l'ennesima volta protagonisti sui campi della massima serie.

Tonali protagonista anche a Napoli - Sostenere due esami importanti e ravvicinati non è facile per qualsiasi studente. Sandro Tonali in questo senso fa eccezione: da "studente" alle prime esperienze nella grande università chiamata Serie A, dimostra ancora una volta maturità e personalità. Dopo la Juventus, non trema neanche davanti al Napoli di Carlo Ancelotti. Migliora con il passare dei minuti, giocando forse il suo miglior primo tempo della stagione: prima segna un gol annullato per un fallo precedente, poi serve a Balotelli il pallone per il gol della speranza. Uno show continuo, che fa le fortune del Brescia di Corini.

In tre debuttano in stagione - La prima volta non si scorda mai e, tra i talenti Under 21 della Serie A, in tre ricorderanno a lungo questa sesta giornata di campionato. Per Alessandro Bastoni dell'Inter, Alessandro Tripaldelli del Sassuolo e Eddie Salcedo dell'Hellas Verona si tratta infatti del debutto stagionale. Il centrale interista non ha patito l'immediata ammonizione, giocando con buona personalità. L'esterno neroverde è entrato quando la sconfitta per mano dell'Atalanta era ormai certa, non soffrendo particolarmente nel secondo tempo. L'attaccante scaligero, infine, ha creato qualche pericolo dalle parti del portiere del Cagliari Olsen nel finale di gara.

Gli altri talenti LGI - Nella sfida tra Cagliari ed Hellas Verona, ha avuto spazio in rossoblù l'esterno Luca Pellegrini. Meglio nel primo tempo che nei secondi 45 minuti, quando ha avuto più difficoltà sulla corsia di sinistra. Impatto positivo di Nicolò Zaniolo, entrato negli ultimi 20 minuto di Lecce-Roma. Infine serata senza troppi sorrisi per Gianluigi Donnarumma, che contro la Fiorentina para un rigore a Chiesa ma subisce anche tre gol (avendo diverse responsabilità sullo 0-2 di Castrovilli).