Vergani, che exploit! E’ tutto pronto per la “volatona”…

Nella settimana in cui l'Inter torna a vincere a Viareggio grazie ad un Allievo Modello vero come Edoardo Vergani, bomber dell'Under 17 nerazzurra prestato alla Primavera e decisivo sotto età, tra rinvii e recuperi di campionato si chiude anche il calendario di marzo. Lasciando ad aprile, come al solito, i verdetti pesanti sulle qualificate per la post season Allievi e la preparazione per l'appuntamento sempre prestigioso e fondamentale di inizio maggio con l'Europeo dei categoria, quest'anno in Inghilterra. Ma con il solito rigoroso ordine di raggruppamento, andiamo ad analizzare risultati e prestazioni, nel turno che ha preceduto lo stop pasquale...

GIRONE A

Entella-Carpi 2-0 [Koutsoupias, De Rigo]

Pro Vercelli-Cremonese 0-2 [Bingo, Rapisarda]

Novara-Fiorentina 2-2 [Reinaldo (2) – Minocci, E.Pierozzi]

Sampdoria-Juventus RINVIATA

Parma-Sassuolo RINVIATA

Empoli-Spezia 3-3 [Perruzza, Belardinelli, Arapi – Conti, Pisani, Bonfigliolo]

Genoa-Torino 1-0 [Klimavicius]

Classifica

Torino 51

Juventus e Genoa 48

Fiorentina 39

Novara 38

Marcatori

Petrelli 17

Moreo 13

Mattioli 12

Il Torino di Sesia manca l'affondo decisivo, che poteva portare i granata alla qualificazione già con un mese di anticipo e come prima: periodo complicato per la capolista, che resta a +3 sui cugini bianconeri (che devono recuperare però la sfida con la Samp, rinviata, con la possibilità dell'aggancio all'orizzonte), uscendo con un solo punto dall'altro derby – quello con il Novara, nel recupero infrasettimanale – e dal big match di Genova. Rossoblu che sono, viceversa, la squadra più in forma in questo momento e vincono un'altra volta per 1-0, come la settimana precedente grazie al lituano Augustinas Klimavicius, arrivato a quota 5 gol (tutti nel girone di ritorno). Sarà una sfida a 3 tra Toro, Juve e appunto Genoa per i primi due posti, tecnicamente e agonisticamente entusiasmante fino alla fine. Resta avanti poi, nell'altro testa a testa per il 4° posto – ricordiamo che con il 5°, vista la vicinanza di punti tra i tre gironi, si rischia di stare fuori dai playoff – la Fiorentina di mister Cioffi, che impatta sul 2-2 a Novara, nello scontro diretto. Ancora un gol pesante per Edoardo Pierozzi, che con il gemello Niccolò ha decisamente fatto le fortuna della squadra in questa annata, formando una coppia determinante per gli equilibri del collettivo viola. Scalando in giù nella graduatoria, doppio 2-0: in quello interno della Virtus Entella sul Carpi, torna a segnare Mattia De Rigo, miglior giocatore dei liguri in stagione, anche grazie ai suoi 9 centri; in quello esterno della Cremonese a Vercelli, sugli scudi il tridente Kadjo-Bingo-Rapisarda, un tris offensivo di qualità e perfettamente integrato, sicuramente la nota più lieta nel campionato grigiorosso. Chiude il cerchio il pirotecnico 3-3 tra Empoli e Spezia, trascinato dai soliti Niccolò Conti e Vincenzo Pisani (11 gol in due finora), mentre tra i toscani si conferma giocatore molto promettente il "centralone" Luca Belardinelli, forse il 2001 più pronto, tra gli azzurri, al salto in Primavera.

GIRONE B

Brescia-Atalanta 1-3 [Carta – Bertini (2), Gyabuaa]

Venezia-Bologna 0-0

Cittadella-Chievo Verona 1-1 [Fior – Rovaglia]

Cesena-Lazio 1-1 [Magi – Canestrelli]

Cagliari-Milan 1-1 [Autogol – Barazzetta]

Hellas Verona-SPAL 2-2 [Hudzik, autogol – Cuellar, Minaj]

Inter-Udinese RINVIATA

Classifica

Atalanta 58

Milan 50

Inter 46

Cagliari 42

Chievo 41

Marcatori

Vergani 17

Manara e Rovaglia 14

Cannas 13

Rabbi e Tonin 12

Allunga in vetta l'Atalanta, che può essere insidiata per il primo posto (a meno di disastri) solo da un'Inter che deve ancora recuperare due partite e potrebbe arrivare a -6 dai bergamaschi. Spinto il Milan a -8 grazie alla vittoria nel sentitissimo derby regionale contro il Brescia – doppietta di Lorenzo Bertini, ex Cesena preso a peso d'oro la scorsa estate e gol di Manu Gyabuaa, entrambi a quota 5 reti in stagione – e al pari rossonero a Cagliari, la squadra di Bosi continua a dare quell'impressione di superiorità sulla concorrenza che la pone in pole position in vista della post season. Nella giornata dei pareggi (ben 5 sulle 6 sfide giocata, detto del rinvio di Inter-Udinese all'11 aprile), da segnalare il 14° sigillo di un Pietro Rovaglia letteralmente scatenato, un fattore per il Chievo di mister Mandelli. E restando super-aggiornati, il risultato dell'ultima sfida recuperata in ordine di tempo, quella tra gli stessi clivensi e il Cesena, con la vittoria preziosa e pesante in termini di equilibri playoff dei veronesi, nel segno di Filippo Tuzzo. Un sorpasso al quinto posto in graduatoria davvero clamoroso, se si pensa alla marcia senza sosta dei romagnoli nella prima parte del campionato.

GIRONE C

Ascoli-Palermo 5-0 [Rossi, Buonavoglia, Maurizi, Gega, Marini]

Bari-Avellino 2-0 [Alba, Nannola]

Ternana-Crotone 2-4 [Veneziani, Niosi – Tripoli (3), Lauro]

Salernitana-Foggia 3-3 [Panzavolta, Pezzo, Galiano – Rosi, Palumbo (2)]

Benevento-Frosinone 0-1 [D.Antonellis]

Pescara-Napoli 5-1 [Palmucci (2), Festa, Chiarella, Napoletano – Sgarbi]

Roma-Perugia 1-1 [Greco – Ranocchia]

Classifica

Roma 52

Frosinone e Benevento 46

Ascoli 44

Napoli 41

Marcatori

Iannone 14

Altobello 13

Coiro 12

Bellissimo e imprevedibile, questo terzo raggruppamento che vede la Roma mancare (come detto per il Toro) il colpo del KO tecnico sulle rivali, in particolare il Benevento: giallorossi fermati a sorpresa in casa sull'1-1 dal Perugia di Filippo Ranocchia, classe 2001 aggregato fin da inizio anno alla Primavera umbra e che quando "scende" fa la differenza, anche contro la squadra più forte del girone. Dal big match tra i sanniti e il Frosinone, però, ecco un altro risultato di piombo: vittoria esterna dei ciociari firmata da Davide Antonellis (5° gol in campionato), che agganciano al secondo posto gli avversari e aprono una volata finale – con 9 punti ancora in palio – che coinvolge anche l'Ascoli. Capace di rifilare 5 reti al Palermo, con Kevin Buonavoglia in doppia cifra, confermandosi secondo miglior attacco del gruppo C, dietro alla Roma. Per questo motivo, vista la classifica ancora molto fluida nelle zone calde, da mani nei capelli il pokerissimo incassato dal Napoli e Pescara, nonostante il 7° sigillo di Lorenzo Sgarbi. Che lascia un passo indietro i partenopei. A proposito di marcatori, in evidenza nuovamente Mario Rosi, bomber del Foggia, nel 3-3 di Salerno, che ha visto anche Francesco Palumbo tra i protagonisti: doppietta, primi due gol in campionato per lui, fantasista tarantino DOC e che (in prestito dal Taranto) sta cercando di conquistarsi il riscatto dei rossoneri a fine stagione. A chiudere la nostra analisi il 2-0 interno del Bari ed il roboante 4-2 esterno del Crotone a Terni, con la tripletta di Silvestre Tripoli. Per l'attaccante di Canicattì, arrivato a gennaio in prestito dall'Akragas – con cui aveva debuttato tra i professionisti in Lega Pro nella prima parte dell'annata - sono 5 i centri a referto nelle ultime tre giornate. Non male...