Parola alla difesa!

Da anni è il punto-forza delle squadre di Enrico Sbardella (prima la Under 17 , ora la Under 19) risulta essere la difesa. Elastico difensivo, palla scoperta-palla coperta, la perfetta comunicazione e coordinazione tra i difensori sono concetti frequenti durante gli allenamenti “del martello romano”.
Nelle partite contro l’Inghilterra, la Francia e l’Olanda (tre avversarie molto toste), credo possa essere proprio il piano tattico-organizzativo la pedina vincente.
Sono 6 i “muri” su cui potrà fare affidamento il CT. Non a caso il reparto più numeroso per avere variabili tattiche di grande affidabilita’.

Si comincia dal capitano,  Sara Mella, mancina di tutta qualità, ma che sa cavarsela bene anche con il destro. Sara è una sorta di jolly; ha le potenzialità per rivestire diversi ruoli, trovandosi pero’ piu’ a suo agio come terzino o difensore centrale. Oltre alla qualità tecnico-calcistica, ha anche tanta testa, che le permette di salvare i palloni più rischiosi. Viene da due stagioni col Vittorio Veneto, mentre la prossima sara’ mia compagna nell’UPC Tavagnacco.
La squadra si regge di solito anche su Alice Tortelli, difensore centrale puro della Fiorentina; classe ’98,  si è fatta spazio nella squadra più importante del campionato italiano di Serie A di questa annata. Non ha i piedi di una numero 10, ma sicuramente sa far fronte alle situazioni più complicate. Tanta personalità in campo e qualita’ da leader nel nostro blocco difensivo.
Altre due giocatrici importanti sono Martina Lenzini e Beatrice Merlo . La prima, classe ’98, è emersa soprattutto nelle ultime due stagioni, trovando spazio anche nel Brescia delle super esperte; il prossimo anno vestirà la maglia della Juventus. Ha un fisico molto importante e tanta gamba, che le permettono di fronteggiare le avversarie internazionali con più facilità. La seconda, classe ’99, era la più giovane a far parte nel 2014, della selezione dell’U17 durante il Campionato del Mondo in Costa Rica. Da quella volta il suo talento è stato cristallino: vanta una grande tecnica, rapidità e grinta. E’ un terzino che spinge, ma anche un buonissimo difensore centrale.
Erika Santoro, classe ’99, è invece un esterno basso dal fisico asciutto, ma molto veloce, in grado interpretare benissimo anche la fase offensiva, oltre a quella difensiva. Ottimo il suo apporto nella precedente esperienza con l’U17, ha saputo conquistare le compagne di squadra con la sua personalita’ accattivante.
Infine una delle new entry in U19, Vanessa Panzeri, classe 2000 di tutto rispetto. Sotto eta ,  in confronto alle altre ragazze del gruppo, vivra’ questa esperienza  con la certezza di poter crescere notevolmente.

Attenzione ragazze. Un consiglio da collega. Concentrazione a mille! La minima distrazione può essere fatale.  Ma ho tanta fiducia nelle vostre qualita’ individuali e di gruppo.  Sono certa che con voi al top della resa la nostra porta non correrà molti pericoli.

A tra poco, con il blocco del motore della squadra. Il centrocampo.
Nicole Peressotti (reporter LGI e giocatrice UPC Tavagnacco).