Bergamaschi devastante in Supercoppa Italiana: tripletta ed il titolo va al Brescia!Bergamaschi devastante in Supercoppa Italiana: tripletta ed il titolo va al Brescia!

Abbattere la Fiorentina con una tripletta è un qualcosa da ricordare, portare con sé nei ricordi più vivi, porre lì tra i frangenti di vita sportiva più emozionanti, per rispolverare quei tre gol quando forse  vi saranno dei nipotini e   dirgli “Eh si, ho giocato a calcio.”. E se pensiamo che poi la medesima è stata realizzata in finale di Supercoppa Italiana… Bhè lì si che diventano brividi, emozioni al cardiopalma.
Vi immaginate incontrare la nostra Ex LGI Valentina Bergamaschi, esterno offensivo del Brescia, classe 1997, prima dell’uscita  di ieri e dirle: “Tu sarai decisiva: tripletta ed alzerai la Supercoppa Italiana!”. Introversa come è avrebbe sicuramente abbozzato un sorriso, stretto le spalle tra sé e sé  e magari avrebbe risposto: “Se vabbhè.”.
Invece proprio così è andata. “La Giovane Italia” però  ci aveva visto lungo qualche anno fa, riguardo a “Berga”, nel suo primo almanacco aperto al calcio in rosa, edizione 2015/2016: “Si può fregiare di un unico fiuto del gol, associato ad una grande tecnica applicata ad una gran potenza muscolare.” e seguendo “Vanta un’intelligenza atta a leggere le situazioni ed, essendo abituata a palcoscenici importanti, non cala mai di attenzione. Ha una cattiveria agonistica fuori dal comune.”.
Solo per non temporeggiare  nell’articolo ed uscire subito ad intervenire in tackle: prima rete di ieri della giovane e talentuosa esterna offensiva realizzata con una zampata morbida, davanti porta, su traversone dalla destra di Giugliano, seconda marcatura concretizzata da una torre in area di Girelli e da un sicuro impatto sempre della numero sette delle leonesse ed ultimo sigillo di pura classe, con un pallonetto dai trenta metri pennellato e di raro pregio.
Classe 1997 decisiva, capace di spaccare gli equilibri e portarli a favore del Brescia, con un’umiltà che a fine gara la ha portata ad affermare: “Se sono qui vuol dire che ho fatto la scelta giusta, nell’ultima sessione di mercato estivo, scegliendo la piazza lombarda e l’undici delle leonesse.
Sono felice, veramente felice, sia per quanto riguarda il titolo, sia per la prestazione corale, sia per quella mia personale.
Non rimane che seguitare su questa strada che stiamo continuando a tracciare.”

Di seguito il tabellino dell’incontro di Supercoppa Italiana Fiorentina-Brescia:

Fiorentina Women’s-Brescia Calcio Femminile 1-4

FIORENTINA: WOMEN’S(4-3-1-2):Ohrstrom; Bartoli, Linari, Tortelli, Guagni (46’ pt Vigilucci); Einarsdottir (8’ st Bazil), Adami, Carissimi; Bonetti; Caccamo, Mauro (30’ st Zazzera). (Durante, Daniel, Rinaldi, Domi). All.: Fattori.
BRESCIA CALCIO FEMMINILE (3-5-2): Marchitelli; Di Criscio, Fusetti, Mendes; Tomaselli, Girelli (41’ st Ghisi), Giugliano, Heroum (25’ st Sikora), Bergamaschi (45’ st Pettenuzzo); Giacinti, Sabatino (Ceasar, Pettenuzzo, Cacciamali, Boglioni, Magri). All.: Piovani.
ARBITRO: Gasperotti di Rovereto.
RETI: pt 5’ Mauro, 33’ Sabatino; st 6’ e 22’ e 33’ Bergamaschi

NOTE: Giornata mite, terreno in discrete condizioni. Spettatori 500 circa. Ammoniti: Di Criscio. Calci d’angolo 7-2 per il Brescia. Recupero: 2’; 3’.

Abbattere la Fiorentina con una tripletta è un qualcosa da ricordare, portare con sé nei ricordi più vivi, porre lì tra i frangenti di vita sportiva più emozionanti, per rispolverare quei tre gol quando forse  vi saranno dei nipotini e   dirgli “Eh si, ho giocato a calcio.”. E se pensiamo che poi la medesima è stata realizzata in finale di Supercoppa Italiana… Bhè lì si che diventano brividi, emozioni al cardiopalma.
Vi immaginate incontrare la nostra Ex LGI Valentina Bergamaschi, esterno offensivo del Brescia, classe 1997, prima dell’uscita  di ieri e dirle: “Tu sarai decisiva: tripletta ed alzerai la Supercoppa Italiana!”. Introversa come è avrebbe sicuramente abbozzato un sorriso, stretto le spalle tra sé e sé  e magari avrebbe risposto: “Se vabbhè.”.
Invece proprio così è andata. “La Giovane Italia” però  ci aveva visto lungo qualche anno fa, riguardo a “Berga”, nel suo primo almanacco aperto al calcio in rosa, edizione 2015/2016: “Si può fregiare di un unico fiuto del gol, associato ad una grande tecnica applicata ad una gran potenza muscolare.” e seguendo “Vanta un’intelligenza atta a leggere le situazioni ed, essendo abituata a palcoscenici importanti, non cala mai di attenzione. Ha una cattiveria agonistica fuori dal comune.”.
Solo per non temporeggiare  nell’articolo ed uscire subito ad intervenire in tackle: prima rete di ieri della giovane e talentuosa esterna offensiva realizzata con una zampata morbida, davanti porta, su traversone dalla destra di Giugliano, seconda marcatura concretizzata da una torre in area di Girelli e da un sicuro impatto sempre della numero sette delle leonesse ed ultimo sigillo di pura classe, con un pallonetto dai trenta metri pennellato e di raro pregio.
Classe 1997 decisiva, capace di spaccare gli equilibri e portarli a favore del Brescia, con un’umiltà che a fine gara la ha portata ad affermare: “Se sono qui vuol dire che ho fatto la scelta giusta, nell’ultima sessione di mercato estivo, scegliendo la piazza lombarda e l’undici delle leonesse.
Sono felice, veramente felice, sia per quanto riguarda il titolo, sia per la prestazione corale, sia per quella mia personale.
Non rimane che seguitare su questa strada che stiamo continuando a tracciare.”

Di seguito il tabellino dell’incontro di Supercoppa Italiana Fiorentina-Brescia:

Fiorentina Women’s-Brescia Calcio Femminile 1-4

FIORENTINA: WOMEN’S(4-3-1-2):Ohrstrom; Bartoli, Linari, Tortelli, Guagni (46’ pt Vigilucci); Einarsdottir (8’ st Bazil), Adami, Carissimi; Bonetti; Caccamo, Mauro (30’ st Zazzera). (Durante, Daniel, Rinaldi, Domi). All.: Fattori.
BRESCIA CALCIO FEMMINILE (3-5-2): Marchitelli; Di Criscio, Fusetti, Mendes; Tomaselli, Girelli (41’ st Ghisi), Giugliano, Heroum (25’ st Sikora), Bergamaschi (45’ st Pettenuzzo); Giacinti, Sabatino (Ceasar, Pettenuzzo, Cacciamali, Boglioni, Magri). All.: Piovani.
ARBITRO: Gasperotti di Rovereto.
RETI: pt 5’ Mauro, 33’ Sabatino; st 6’ e 22’ e 33’ Bergamaschi

NOTE: Giornata mite, terreno in discrete condizioni. Spettatori 500 circa. Ammoniti: Di Criscio. Calci d’angolo 7-2 per il Brescia. Recupero: 2’; 3’.