Carpi, il diktat è uno: ricominciare da dove si è finito

Il girone B del campionato Under 15 di Serie C quest'anno era di una competitività elevata, come testimoniato dalle tante squadre in lizza per il primato. Tra queste spiccava il Carpi, che con i suoi 33 punti raccolti in 16 giornate si trovava al primo posto insieme al Padova, prima l'Albinoleffe, avendo giocato una partita in più, le scavalcasse entrambe. Solamente 16 i gol subiti (miglior difesa del girone), mentre sono appena 25 quelli fatti, dato sicuramente da migliorare. Quello che i romagnoli possono sicuramente ricordare con piacere è però il percorso compiuto, che in altri tempi sarebbe valso forse una gioia ancora maggiore...

Il cammino del Carpi.

I successi contro L.R. Vicenza e Sudtirol hanno aperto la stagione dei biancorossi, prima che quest'ultimi incappassero nel primo pari stagionale, alla terza giornata contro il Padova. La vittoria contro la Reggio Audace ha fatto da preludio al primo ko di quest'annata, giunto nel quinto turno per mano dell'Albinoleffe. Dopo di essa si è inaugurata una striscia positiva composta di 4 vittorie e 2 pareggi, trend positivo che ha fatto da intermezzo con il secondo ko stagionale, nella prima di ritorno contro la L.R. Vicenza. Da lì in poi solo successi, fatta eccezione per la sconfitta subita dal Padova. Campionato sospeso dopo il pesante successo proprio contro l'Albinoleffe, che è valso molto soprattutto in termini di morale. Morale che i ragazzi del Carpi sono costretti a tenere alto in vista di un'altra entusiasmante stagione.