Classe 2001 serie D, la top 11 del ranking LGI

Scegliere una top 11 in un campionato assai variegato come quello di serie D rappresenta un compito assai arduo. Per cercare di uniformare il più possibile le nostre valutazioni, abbiamo deciso di dividere i nostri ragazzi “monitorati” (i nati dal 2001 in poi) in due gruppi separandoli per anno di nascita. Altra premessa doverosa è la posizione in campo, basata sia sulle caratteristiche naturali dei ragazzi che su quelle dovute ai dettami tattici delle squadre. Scusandoci anticipatamente per alcune dolorose scelte,  iniziamo la nostra rassegna con i ragazzi nati nel 2001, schierati con un ipotetico 4-3-3.

Portieri
Partiamo dall’estremo difensore. Tra i pali abbiamo scelto Dario Suma del Fasano (girone H), attualmente il più impegnato in campionato, dall’alto dei 2340 minuti di utilizzo con la maglia biancoblu. Lo avevamo incontrato già alcuni mesi fa nel nostro focus dedicato. Per lui ben otto clean sheet in questa stagione.  Alle sue spalle troviamo nel nostro ranking l’ottimo Luciano Pitarresi, una delle rivelazioni della positiva annata dell’Acireale (girone I) cui è approdato dopo le esperienze nei settori giovanili di Palermo e Foggia.

Difensori
Nella nostra linea a 4 partiamo da destra con un altro ragazzo impegnato nel girone I. Genny Rondinella del Savoia si è proposto come uno degli elementi più duttili della categoria, non disdegnando neppure la fase offensiva, visto che ha già raggiunto quota 4 reti realizzate in 21 presenze. L’out di destra è il suo territorio di caccia e di lui avevamo già parlato nei nostri approfondimenti. Per il proprietario dell’altra fascia ci spostiamo in Lombardia, dove troviamo Riccardo Zoia del Seregno (girone  B).  Nato a Novembre del 2001, nell’ultimo periodo ha anche assaporato la gioia della prima rete in

Serie D , giusto premio per la sua costanza di rendimento. Per le due posizioni centrali ben pochi dubbi. Partiamo con Samuele Scotto del Fossano (girone A) è ormai un punto fermo, oltre che della formazione piemontese del girone A, anche della rappresentativa di Serie D, di cui è anche capitano. Accanto a lui abbiamo messo un altro totem delle retroguardie della categoria, quell’Armando Miculi del Legnano (girone B) che specie in avvio di campionato si è contraddistinto con i lilla e che proprio in quel frangente avevamo incontrato. Ampie garanzie anche in panchina con la presenza di Mario Greco del Castrovillari (girone I), Simone Menni del Ciliverghe (girone D) ed Enrico Rossi del Cartigliano (girone C).

Centrocampisti
Un tris di quantità, fantasia e brio quello formato dai nostri prescelti. Perno della mediana, con licenza di incantare, è Gaetano Vitale del Sorrento (girone H), capace di mettersi in mostra già nella scorsa stagione da sottoetà e di imporsi nelle classifiche di valutazione della Lega Nazionale Dilettanti. Noi de La Giovane Italia lo avevamo già intercettato a suo tempo, e quest’anno ha ulteriormente convinto anche i più scettici. Ai suoi fianchi due “new entry” dei nostri focus, ma altrettanto talentuosi. Parliamo di Francesco Amatucci dell’Aquila Montevarchi (girone E) e di Claudio Messaggi del Caravaggio (girone B). Il primo ha scalato diverse posizioni nel nostro ranking grazie soprattutto a tre gol ed altrettanti assist in 25 presenze.
Tre marcature anche per il lombardo, vero punto di forza della formazione bergamasca.  Pronto a subentrare dalla panchina l’eclettico Gabriele Piccinini, scuola Reggiana, tuttocampista del Lentigione (girone D).

Attaccanti
È una linea offensiva deluxe quella che i nostri criteri di valutazione hanno elaborato dopo 26 appuntamenti stagionali. Come ariete centrale abbiamo scelto Federico Benedetti dello Sporting Trestina (girone E). Ben cinque gol e sei assist per il mancino nativo di Città di Castello e proveniente dal settore giovanile del Perugia. Ai suoi lati due nomi di tutto rispetto. Domenico La Ragione del Castrovillari (girone I) continua ad essere uno dei nomi caldi sui taccuini degli addetti ai lavori (e noi eravamo stati facili profeti in un focus di qualche tempo fa) dall’alto dei sei gol segnati nella sua annata in prestito dalla Vibonese. Chiude lo starting eleven il palermitano Mattia Felici, uno dei profili più attesi ai nastri di partenza. L’ex Lecce non ha affatto deluso, anzi, contribuendo con quattro gol e tre assist alla cavalcata dei rosanero nel girone I. Spazio in panchina anche per altri due bomber di scorta della Serie D, entrambi legati alla Sardegna. È isolano Giovanni Pinna, attaccante del Latte Dolce Sassari (girone G) mentre nella terra dei quattro mori, sponda Cagliari, ha giocato l’anno scorso Alessio Albini, tornato quest’anno a casa all’Arconatese (girone B).