Da Graca, il “sesto uomo” della Juventus Primavera

Seconda giornata del campionato Primavera 1 e primo successo in cascina per la Juventus di mister Bonatti. I giovani bianconeri si sono presi l'anticipo del venerdì, grazie ad una implacabile doppietta della loro "riserva di lusso". Cosimo Marco Da Graca ha colpito ancora, confermandosi un formidabile "sesto uomo" per rubare un termine tipico della pallacanestro. Dopo il gol da subentrato al debutto stagionale, che ha permesso alla Juventus di pareggiare contro i campioni in carica dell'Atalanta, l'attaccante classe 2002 ha addirittura raddoppiato nella seconda uscita stagionale. Dentro nella ripresa col punteggio inchiodato sullo 0-0, Da Graca ha prima rotto l'equilibrio con un sinistro potente nel cuore dell'area, per poi chiudere la contesa con un destro preciso dal limite. Due guizzi da tre punti, due gol che sommati a quello nel match d'esordio lo avrebbero etichettato, in un'epoca passata, come un centravanti "alla Altafini", specialista nel timbrare il cartellino partendo dalla panchina nella fase finale della sua gloriosa carriera.

Nato a Palermo e arrivato a Torino nel 2018, Da Graca ha dalla sua un mix di geni italiani e brasiliani che lo hanno dotato di una base decisamente promettente, forgiata dai tecnici del Calcio Sicilia e del Palermo prima di essere ulteriormente affinata da quelli juventini. Prima punta che non ha paura di mettere in mostra tutta la sua potenza di fuoco, calciando con efficacia con entrambi i piedi, il classe 2002 sfrutta al meglio i suoi 185 centimetri per farsi sentire nel duello individuale, potendo altresì contare su un allungo importante che lo rende minaccioso anche in campo aperto. I 5 gol messi a segno lo scorso anno, due dei quali nella splendida cavalcata in Youth League, rappresentano un punto di partenza sul quale Marco vuole costruire, con l'umiltà e la cultura del lavoro che lo caratterizzano, l'annata della definitiva consacrazione a livello giovanile. Un obiettivo decisamente alla portata a giudicare dall'impatto nelle prime due gare: i quattro punti della Juventus sono tutti suoi, e chissà che dalla prossima gara non possa arrivare anche una maglia da titolare.

NON PERDERTI L'ALMANACCO 2020! CLICCA QUI PER ACQUISTARLO