Zambataro, il fondista atalantino si rilancia a Ravenna

La trafila nel vivaio dell’Atalanta rappresenta un certificato di qualità per i giovani che, con la maglia nerazzurra, si preparano a diventare protagonisti nel calcio dei grandi. Alcuni di loro, tuttavia, devono masticare il pane duro della gavetta, prima di potersi ritagliare il proprio posto nel calcio professionistico. È il caso di Eyob Zambataro, difensore classe ’98 nato ad Addis Abeba, in Etiopia, e arrivato in Italia all’età di otto anni, dopo essere stato adottato da una famiglia di Monza. Dai primi calci nella squadra dell’oratorio e con la maglia del San Fruttuoso, all’approdo nel vivaio atalantino, il passo è stato breve. Uno step che ha dato il via a un percorso brillante, che si è concluso nel 2017, per poi sfociare nella prima esperienza nel calcio professionistico: due anni al Padova, con una promozione in Serie B e una stagione da 11 presenze nel campionato cadetto, prima del rientro alla base. Il mercato estivo non ha portato in dote soluzioni soddisfacenti per il club e per il ragazzo, che ha pazientemente atteso un'opportunità che è arrivata dal Ravenna, nuova tappa della sua giovane carriera.

Zambataro è un giocatore polivalente, che nel percorso nelle giovanili atalantine è stato impiegato praticamente in tutti i ruoli. Il suo habitat naturale, tuttavia, è la corsia esterna. Piede mancino, il classe ’98 di origine etiope padroneggia anche il destro e può pertanto agire indifferentemente su entrambe le fasce, tanto da laterale di difesa quanto da esterno di centrocampo. Le doti fisiche da fondista, ereditate dai geni della terra natale, gli mettono a disposizione un profilo ideale per solcare la corsia di competenza, con una quantità alla quale riesce spesso ad abbinare la qualità nelle giocate in zona offensiva. Le prime due stagioni da professionista gli hanno insegnato l’arte della pazienza e la capacità di farsi trovare pronto anche nei momenti nei quali è stato impiegato con meno continuità. Doti che, suo malgrado, ha potuto coltivare anche nella prima parte del 2019/20, nella quale si è allenato in silenzio con la consueta costanza e applicazione per cogliere al volo l’occasione giusta in vista della seconda parte del campionato. Il Ravenna gli ha messo a disposizione la chance del rilancio: Zambataro ha scelto la maglia numero 31, e scalpita per scrivere un nuovo capitolo della sua carriera.

La nostra redazione ve lo racconta nel focus su Tuttomercatoweb.

CLICCA QUI PER LEGGERE L'ARTICOLO COMPLETO

CLICCA QUI PER ACCEDERE AI RANKING LGI