Gaia Farina, asso nella manica del Brescia Calcio Femminile

Domenica scorsa, al Centro Sportivo Comunale Gino Parzani, si è concluso con un pareggio il derby lombardo tra il Brescia Calcio Femminile e l'Orobica Calcio Bergamo, valido per  la 7a giornata del campionato di Serie B femminile. Un match che ha visto le ragazze di mister Bragantini incappare nel terzo pari consecutivo, dopo quelli rimediati contro la Lazio Women e il Ravenna Women, non riuscendo così in casa ad andare oltre l'1-1. Una partita però da incorniciare per l'attaccante Gaia Farina che, oltre all'ottima prestazione, è riuscita a siglare il suo primo gol in Serie B.

Gaia farina , classe 2002 , è un attaccante esterno in grado di giocare sia a destra che a sinistra, essendo abile con entrambi i piedi e che, all'occorrenza, può adattarsi al ruolo di esterno a tutta fascia avendo nel suo repertorio anche delle discrete doti difensive.

Un'atleta normotipo, con spiccate qualità tecniche, e che ha, nel dribbling e nella velocità palla al piede, le sue armi vincenti grazie alle quali riesce ad essere devastante nell'uno contro uno.

Tuttavia sono presenti ancora alcuni difetti da affinare: “L'essere più cattiva sotto porta e il sapersi inserire con i tempi giusti ” spiega Fabio Treccani , vice allenatore del Brescia Calcio Femminile “sono aspetti su cui deve crescere e su cui stiamo lavorando, senza dimenticare che è una ragazza molto giovane con ampi margini di miglioramento”.

Oltre agli aspetti tecnico-tattici vanno presi in considerazione anche quelli emotivo-caratteriali: “Gaia è una ragazza solare, sorridente e positiva" racconta il vice allenatore del Brescia Calcio Femminile, “sa stare in gruppo e si presenta come un ottimo elemento all'interno di uno spogliatoio. In campo dimostra di avere grinta, caparbietà e di non voler mollare su nessun pallone e ritengo che queste siano caratteristiche fondamentali per diventare una giocatrice di alto livello”.

Inizia a giocare a calcio all'età di cinque anni, nella Pavonese, una compagine maschile vicino a casa, dove rimane fino agli undici anni, età in cui passa ad un altra squadra maschile il Pralboino. Successivamente si avvicina alla realtà del femminile, grazie al Brescia Calcio Femminile con cui fa tutte le categorie  giovanili fino ad arrivare in prima squadra, dove attualmente milita e con la quale spera di togliersi moltissime soddisfazioni e di poter scalare la classifica del Ranking Femminile Under 19 targato LGI.

Articolo a cura di Allegra Civai

Credit photo: Brescia Calcio Femminile

SCOPRI QUI LE CLASSIFICHE DEI RANKING LGI!