I Talenti della Serie D – Sartori e De Nardi del Levico

Prosegue il viaggio LGI alla scoperta dei talenti che si sono messi in mostra nell'ultima, anomala, stagione di Serie D. La Lega Nazionale Dilettanti, come ogni anno, è stata la culla ideale per lo svezzamento di talenti nati nel nuovo millennio che vedono ora davanti a sé una fulgida e lunga carriera.

Oggi torniamo ancora a respirare l'aria buona del Trentino e, dopo esserci soffermati sulle qualità di Anxhelo Kojdheli, sorpresa classe 2003 dell'ultima annata, ci rechiamo ancora a Levico dove il nostro cicerone Claudio Ferrarese, ex calciatore di Serie A e direttore sportivo dei gialloblu nell'ultimo campionato,  ci porta alla scoperta di altri due profili di notevole spessore che si sono fatti valere nell'ultima Serie D.

Parliamo di Diego De Nardi e Nicola Sartori, entrambi classe 2002,

Nicola Sartori del Levico Terme

Nicola Sartori del Levico Terme

entrambi molto apprezzati dallo staff trentino ma con storie e soprattutto caratteristiche diverse.

Partiamo da quest'ultimo, presente in rosa già dall'inizio della stagione.

Per lui 8 presenze in campionato di cui 4 da titolare. Poche, si potrà pensare, ma di spessore. Le sue buone prestazioni hanno infatti stuzzicato l'interesse di mister Giuliano Giannichedda, che in più occasioni lo ha scelto per le sue convocazioni della Rappresentativa di Serie D.

A differenza di Sartori, che ha vestito fin da piccolo la casacca del Levico,

Diego De Nardi del Levico Terme

Diego De Nardi del Levico Terme

Diego De Nardi è giunto in riva al lago solo nel mercato di riparazione (in prestito dall'Arco) ma ha fatto in tempo a ritagliarsi il suo spazio prima dell'inopinato stop ai tornei imposto dal Covid-19.

Ma quali sono le loro caratteristiche principali?: "Nicola può essere impiegato come mediano in un centrocampo composto da due uomini oppure da mezzala in una mediana a tre. Destro naturale è un centrocampista di contenimento utile principalmente in fase d’interdizione, molto bravo nel pressing e nel recuperare la palla" - esordisce il Ds.

"Diego, invece, destro naturale, potrebbe giocare da difensore esterno in una difesa a quattro, ma per le sue caratteristiche tecno-tattiche, momentaneamente, è più adatto a giocare da centrocampista esterno in un centrocampo a cinque".

E caratterialmente? "Entrambi assai maturi per l'età, hanno peculiarità differenti. Ciò che caratterizza Nicola in campo sono senza dubbio temperamento ed aggressività. Ascolta ed accetta i consigli sia dell’allenatore che dei compagni di squadra più grandi mostrando parecchia umiltà".

Claudio Ferrarese

Claudio Ferrarese, ex calciatore e adesso direttore sportivo

"Per ciò che riguarda Diego posso dire che non è un leader ma può sfoggiare comunque un’adeguata personalità, tenendo conto che è arrivato soltanto a Gennaio nell’organico del Levico, ma si è inserito perfettamente nel gruppo anche grazie alla sua simpatia".

Le loro prospettive? "Per quanto concerne Nicola sappiamo che ama curare le cose nei minimi dettagli e anche la sua carriera calcistica andrà avanti così. Ha la voglia e la determinazione giuste per arrivare a giocare tra i professionisti".

E Diego? "Io sono convinto che quando terminerà la sua crescita fisica sarà in grado di giocare con i professionisti. E’ pronto tecnicamente ed anche mentalmente, bisogna capire quanto potrà crescere fisicamente nei prossimi anni".

Diego De Nardi e Nicola Sartori, come tutti gli altri talentuosi under della serie D (qui tutte le puntate precedenti) e di tutte le altre categorie, sono presenti nel nostro ranking. Restate connessi con La Giovane Italia per non perdere nessuna novità sullo sviluppo e la crescita dei prospetti italiani più interessanti provenienti dalla Lega Nazionale Dilettanti.