I Talenti della SerieD: Nicolò Cavuoti, 2003 del…Cagliari

La Giovane Italia porta bene! Il nostro approfondimento settimanale alla ricerca dei talenti più cristallini della Serie D, riferendoci al protagonista di oggi, dovrebbe cambiare titolo visto che nelle ultime ore di mercato Nicolò Cavuoti, gioiellino appena sedicenne, è passato alla formazione Under 17 del Cagliari, aprendogli le porte del professionismo.

Il mondo di Nicolò, ad oggi, è stato solo e soltanto quello della ridente cittadina abruzzese di Vasto, dove sin dalla tenera età ha vissuto il calcio sia dal campo, svezzando alla Virtus Vasto, sia dagli spalti dove andava a vedere i suoi beniamini della prima squadra.

In questa stagione però l'idolo da osannare è stato lui, notato in estate da un campione del Mondo come Marco Amelia, allenatore dei biancorossi, che lo ha subito catapultato in prima squadra vedendo i suoi numeri in allenamento e nella preparazione.

Il trequartista classe 2003 al suo esordio in quarta serie non ha deluso. Diciotto presenze in campionato (con tre assist all'attivo), alternate ai continui viaggi su e giù per l'Italia per i vari provini a cui è stato invitato da diverse squadre professionistiche.

"Ad un certo punto, verso Novembre, abbiamo dovuto sospendere questi continui spostamenti per non affaticarlo troppo" - ci confessa Giuseppe De Palo, direttore generale della Vastese - "ma lui ha sempre affrontato tutto con il sorriso e la freschezza della sua giovane età".

La domanda allora, come si suol dire, nasce spontanea. Cosa ha di speciale questo ragazzo per destare tutto questo interesse? "Fosse stato straniero forse avrebbe fatto ancora più clamore" - la risposta - "ma dopo 30 anni aver valorizzato un ragazzo del territorio accompagnandolo alle porte del professionismo è di certo un valore aggiunto per noi e per tutto il movimento dilettantistico locale".

"I colpi migliori? Con il suo passo rapido e il piede educato può fare ammattire tutti gli avversari ma ciò che è più importante è che riesce a far salire la squadra alzando il baricentro con la sua velocità di esecuzione ma soprattutto di pensiero calcistico!"

Le ultime ore del calciomercato lo hanno portato dalla Serie D ad un palcoscenico importante come quello del Cagliari, che adesso avrà modo di plasmarlo da "pro" e iniziarlo verso categorie superiori. In un ambiente sano potrà mettere in mostra tutte le sue doti innate e proseguire sereno lungo il suo percorso.

Nicolò è il terzo ragazzo passato dai nostri focus ad aver salutato la Serie D per approdare in società di categorie superiori. Prima di lui era successo nelle ultime settimane a Luca Lombardi (dalla Recanatese al Monza) e a Daniel Tonoli (dalla Virtus Ciserano Bergamo all'Inter). Segno evidente di un movimento che riesce a sfornare sempre nuovi prospetti da lanciare nel calcio "dei grandi".

Noi continueremo con il nostro impegno. Il mondo dilettantistico è ricco di storie e noi de La Giovane Italia saremo sempre pronti qui a raccontarvi le più interessanti dentro e fuori dai rettangoli verdi.

Nicolò Cavuoti è stato protagonista del nostro ranking di Serie D che prosegue con oltre 600 ragazzi impegnati in tutti gli stadi del #campionatoditalia, oltre a tutti quelli impegnati nelle altre categorie. Restate sempre connessi con La Giovane Italia per non perdere nessuna novità sullo sviluppo e la crescita dei prospetti italiani più interessanti del panorama calcistico.