Ilaria Capitanelli: giovane esterno sinistro classe 2002

Questa settimana ci spostiamo sulla leva del 2002 per parlare di una giovane non ancora maggiorenne che vanta già una modesta esperienza: Ilaria Capitanelli. Esterno basso sinistro della Pink Bari, Ilaria, a seconda delle esigenze, è capace di adattarsi anche al ruolo di esterno alto così da sfruttare il suo cross e il tiro in porta. La sua grande dote, oltre alla corsa instancabile, è data dal risultare efficace tanto in fase difensiva quanto in quella offensiva: dotata di una buona resistenza fisica, infatti, non ha problemi a spingere o rientrare quando necessita alla squadra. Una ragazza grintosa che porta queste qualità sia all’interno che all’esterno del campo: non è solita ad arrendersi, caratteristica che, unita all’aspetto tecnico-tattico, la completa maggiormente sia a livello umano che calcistico. Nonostante la giovane età, nello spogliatoio è sempre pronta a spronare e rialzare le compagne se le cose non vanno nel verso giusto. Gli anni passati dividendosi tra U15 e prima squadra l’hanno aiutata a crescere, così da farsi le ossa con giocatrici di più esperienza; ciò che le colleghe stimano più in lei è il fatto che non si risparmia mai, cercando di dare sempre il 110%.  Cresciuta calcisticamente nel vivaio biancorosso, vanta già delle vittorie e dei traguardi importanti per la tenera carriera, come la preziosa vittoria al Torneo Arco di Trento con la Pink U15; dopo le prime apparizioni con la selezione regionale guidata da Roberta Miranda ed il torneo disputato a Matera, inizia a ritagliarsi pure il suo posticino in prima squadra,  vantando qualche presenza in Coppa Italia e venendo aggregata definitivamente al gruppo nella stagione 2019-2020. Debutta in massima serie il 14 settembre 2019, alla 1ª partita di campionato, schierata titolare contro il SassuoloCon rispetto e la sua umiltà, e lavorando sodo per i suoi obiettivi, in queste ultime due stagioni si apre un varco sempre più grande per il suo futuro: inizia a trovare un minutaggio consistente in massima serie, diventando un’ottima prospettiva per la società barese. Sedicesima della nostra classifica del ranking, sono ottime le parole spese in suo favore dagli addetti ai lavori, in primis dal suo allenatore.  Per grinta ed instancabilità potrebbe ricordare vagamente una certa Alia Guagni.