Andrea Oliveri, un artista per il centrocampo dell’Atalanta

È ARRIVATO L'ALMANACCO 2021: CLICCA QUI E ACQUISTALO IN PRELAZIONE!

Bonaventura, Montolivo e Pazzini sono solo alcuni dei talenti italiani cresciuti calcisticamente a Bergamo, negli anni l'Atalanta ha saputo mantenere questa tradizione coltivando e valorizzando giovani calciatori capaci di mostrare le loro qualità anche tra i più grandi. Andrea Oliveri è uno degli ultimi che si aggiunge a questa lista, classe 2003, ha iniziato a giocare a calcio a 5 anni nella sua Sicilia, prima al Monreale, poi al Borgonuovo per poi fare il grande salto a 10 anni quando è passato al Palermo dove ha attirato le attenzioni di molti addetti ai lavori, l’Atalanta non ha voluto farselo scappare e appena ha potuto l’ha subito portato a Bergamo senza esitazioni.

Oliveri è un centrocampista totale, capace di ricoprire diversi ruoli del centrocampo, sa giocare da mezzala sia destra che sinistra ed inoltre può anche ricoprire il ruolo di trequartista grazie alle sue spiccate doti in fase offensiva. L’abilità nell’inserimento, il colpo di testa e l’elevata tecnica sono i suoi punti di forza, abbinati ad estro e fantasia lo rendono un numero 10 capace di mettersi anche al servizio della squadra. La sua duttilità è stata esaltata da Giovanni Bosi, allenatore dell’Under 17 dell’Atalanta che nell'Almanacco LGI 2020 descriveva così il centrocampista palermitano: “Si tratta di un 'tuttocampista', giocatore potenzialmente completo e di livello eccellente, anche guardando al professionismo. Riesce ad uscire dagli schemi e dai compiti tattici, ad inventare calcio e a decidere le partite con assist e gol”.

Nella stagione in corso, Oliveri ha giocato 170 minuti con la Primavera atalantina partendo da titolare in due occasioni e subentrando in altrettante, ai quali vanno aggiunti i 90 (con due gol) in Under 18. Con la ripresa dei campionati siamo certi che Andrea saprà sicuramente mettere in mostra il suo talento per continuare la sua ascesa tra i grandi.

Articolo a cura di Lorenzo Sorteni.

SCOPRI QUI LE CLASSIFICHE DEI RANKING LGI