Elisa Polli, gioiello dell’Empoli Ladies

Elisa Polli si sta prendendo la scena al centro dell'attacco dell'Empoli Ladies, dimostrandosi ogni settimana che passa come uno dei migliori prospetti del calcio femminile italiano.

Attaccante centrale, classe 2000, che unisce grandi capacità tecniche ad eccellenti qualità fisiche. É una giocatrice completa, abile sia nel giocare spalle alla porta , ma anche nell'attaccare la profondità. Dotata di un tiro potente e preciso, di un buon colpo di testa, ma anche di grandi capacità acrobatiche che la portano a gestire il pallone anche in situazioni complicate. É un atleta fisicamente molte forte, che nell'uno contro uno riesce facilmente a prevalere sulle avversarie, ma sa farsi valere anche in rapidità negli spazi stretti con la palla al piede, grazie alla sua padronanza tecnica che mette a frutto soprattutto nel dribbling.

“È una ragazza  eccezionale” spiega Alessandro Spugna, allenatore dell'Empoli Ladies  “In campo è una leader e pretende molto da sé stessa e dalle compagne. Quando gioca mette in mostra grinta, tenacia e tranquillità. In una partita di campionato come in una finale, Elisa riesce a stare calma e tranquilla e ciò la porta a rimanere lucida e concentrata anche nelle situazioni più critiche, spingendola molte volte a fare la scelta giusta, senza farsi sovrastare dall'emotività.

Ritengo anche che sia importante per un allenatore avere  in rosa una giocatrice come Elisa sia per quanto riguarda il suo livello di applicazione, ma anche per la sua voglia di apprendere e di migliorarsi”.

Inizia la sua carriera calcistica nel maschile con il Sassoferrato e poi al Matelica. Raggiunta l'età limite, passa alla Jesina, con cui esordisce sia in Serie B che in Serie A; in seguito approda al  Tavagnacco, per poi essere acquistata dall'Empoli Ladies, squadra in cui milita attualmente e con la quale vuole raggiungere in questa stagione molteplici obiettivi sia personali (è riuscita già ad assicurarsi la convocazione della Nazionale Maggiore, dato l'ottimo inizio di stagione) che di squadra.

Articolo a cura di Allegra Civai

SCOPRI QUI LE CLASSIFICHE DEI RANKING LGI