Filippis e Panicucci, stelle dell’Empoli Under 17

Il campionato Under 17, in una nuova formula dopo la ripresa, sta proponendo squadre interessati e talenti decisamente da seguire. Tra i club che si stanno mettendo maggiormente in mostra figura l’Empoli, attualmente secondo in classifica alle spalle della Lazio. I toscani allenati da Andrea Lisuzzo sono reduci da una vittoria per 0-3 sul campo della Roma, nella quale si sono esaltati due talenti in particolare: il portiere Emiliano Filippis e l’attaccante Filippo Panicucci.

Filippis, talento della porta empolese

Filippis, nato il 26 giugno 2004, è una delle sorprese più piacevoli dell’Empoli Under 17. Ha iniziato a giocare alla ripresa del campionato, contendendosi il posto tra i pali con Gian Marco Fantoni. Quando ha avuto la possibilità di scendere in campo l’ha sfruttata alla grande, giocando 3 ottime partite.

La ciliegina è stata la prestazione contro la Roma, con ottime parate e soprattutto con il rigore neutralizzato su conclusione di Koffi che avrebbe potuto riaprire il match. Un portiere promettente dunque, dal futuro luminoso.

Panicucci, il bomber dell’Empoli Under 17

Se Filippis protegge al meglio la porta, Panicucci concretizza al meglio la manovra offensiva. Anche lui del 2004, il giovane attaccante arriva all’Empoli nel 2017 dal Pontedera (dove si è messo in mostra a suon di gol). La sua media realizzativa non cambia, nelle varie categorie che frequenta.

Nel campionato Under 17 2020/21 inizia al meglio, con 1 gol nelle prime 2 partite. Quando si riprende a giocare, Panicucci è un vero e proprio incubo per le difese. Segna 5 reti in 6 apparizioni, esaltandosi anche lui contro la Roma con una doppietta. Ambidestro, abile nel gioco aereo e dotato di una buona fisicità, Panicucci ha tutti i crismi del bomber di razza. Migliorando sul piano della cattiveria agonistica, avendo ancora ancora ampi margini di miglioramento, può fare le fortune dell'Empoli sul piano realizzativo prima nel Settore Giovanile e poi magari in prima squadra.