Francesco Nunziatini, qualità e sostanza per il Livorno

Nell’ultimo fine settimana è ricominciato il Campionato Primavera 1, che si aggiunge al Primavera 2 e all’Under 17. Vetrine importanti per i giovani, che tornano a misurarsi con i loro coetanei dopo alcuni mesi ad osservare i grandi. Qualcuno di loro ha anche potuto testare le proprie qualità nel calcio professionisti, come Francesco Nunziatini: centrocampista in forza al Livorno.

L’ascesa con la maglia del Livorno: dalle giovanili all’esordio in B

Nato a Batignano (in provincia di Grosseto) Grosseto il 15 marzo 2003, Nunziatini muove i suoi primi passi nell’Invicta Grosseto. Le sue qualità attirano altri club toscani tra cui il Livorno, che se lo assicura come importante rinforzo per il proprio vivaio. Il giovane centrocampista prosegue dunque la sua formazione in maglia amaranto, vivendo un’annata di intense emozioni nella stagione 2017/18. Gli Allievi del Livorno arrivano alle semifinali scudetto contro il Padova, perdendo contro i veneti ai calci di rigore. Una delusione per Nunziatini, superata a suon di ottime prestazioni negli anni successivi.

La scalata del centrocampista classe 2003 prosegue senza intoppi, raggiungendo invece determinati step molto prima di altri suoi compagni. Nella stagione 2019/20, dopo aver giocato i primi mesi tra Under 17 e Primavera, Nunziatini comincia a frequentare sempre più spesso la prima squadra. Addirittura arriva l’esordio, in Serie B il 17 luglio contro il Benevento. In seguito Nunziatini colleziona altre 2 presenze, per poi essere confermato come uno dei giovani da cui il club riparte dopo la retrocessione in Serie C. Nei primi mesi stagionali scende in campo 3 volte, confermando stare a suo agio tra i grandi.

Sciabola e fioretto per la mediana amaranto

Nunziatini è una mezzala sinistra, con ottime doti tecniche che sfrutta nella costruzione della manovra sia con passaggi corti che con lanci lunghi. La sua dote principale, però riguarda gli inserimenti in area avversaria fatti sempre con i tempi giusto per cercare il gol. Nelle sue sortite offensive, non ha problemi a battagliare con i difensori avversari e sfrutta le sue abilità nel gioco aereo.

A qualità interessanti sul piano tecnico e fisico, aggiunge anche quelle sul piano caratteriale. Nonostante la giovane età, mostra sempre una grande maturità sia dal punto di vista comportamentale (quindi personale) che dal punto di vista tattico. Rispetta sempre le consegne date ed è molto altruista verso i compagni dentro e fuori dal campo. È un ragazzo intelligente ed umile, che mantiene un atteggiamento sempre positivo durante tutta la partita. Anche nella preparazione delle gare non è mai superficiale.