Italia Under 19 kappaò con la Spagna e fuori dall’Europeo

Niente da fare per l'Italia. Fallisce il sogno di raggiungere la semifinale dell'Europeo Under 19. Carmine Nunziata dopo il secondo posto di maggio con l'Under 17 culla il sogno di portare la selezione Azzurra tra le prime quattro del continente per un tempo. Poi la Spagna ribalta il match e si impone per 2-1.
Nella prima frazione l'Italia riesce a incidere con un calcio di punizione di Davide Merola, tra gli elementi più positivi della truppa italiana giunta alla competizione. Il calciatore classe 2001 dell'Inter, dopo lo splendido gol realizzato contro l'Armenia con uno splendido colpo di tacco, si guadagna il fallo dal limite e poi sorprende Tenas sul suo palo di competenza.
Nel secondo tempo però la Spagna alza i giri del motore mentre la fortuna volta le spalle a Carnesecchi e compagni. Nunziata ridisegna la squadra con un atteggiamento più difensivo, sostituendo Petrelli con Gavioli. Il cambio di pedina però non funziona perché è proprio il centrocampista a deviare nella propria porta sugli sviluppi di un'azione confusa in seguito a un calcio d'angolo. Passano pochi minuti e ci mette lo zampino pure l'arbitro della Bosnia-Erzegovina Peljto, che concede un dubbio calcio di rigore agli spagnoli per una leggera trattenuta di Udogie ai danni di Abel Ruiz. L'attaccante del Barcellona trasforma dal dischetto nonostante l'ottima intuizione di Carnesecchi che tocca il pallone ma non riesce a deviarlo in angolo. Sotto di una rete, l'Italia non riesce mai a impensierire Tenas se non con un tiro centrale da fuori area di Ricci che il numero uno della Spagna respinge di pugno. Non bastano neppure le correzioni di Nunziata che tenta di rialzare il baricentro. Nel finale Udogie rimedia il secondo giallo e il sogno degli Azzurri va definitivamente in frantumi. Il ricordo dell'amichevole di Caserta, giocata lo scorso mese di gennaio tra due formazioni sperimentali, diventa fioco all'orizzonte.
Termina così il percorso dell'Italia, un anno fa sconfitta in finale dal Portogallo con il ciclo dei '99 e dei 2000, che si è presentata in Armenia con una lista abbastanza rimaneggiata, a causa di diversi fattori. Dopo il secondo posto dell'Under 17 all'Europeo in Irlanda e il quarto dell'Under 20 al Mondiale in Polonia, non arrivano soddisfazioni dall'Armenia.
A ottobre, in Brasile, toccherà ancora all'Under 17 alimentare il sogno azzurro nel Mondiale di categoria.
L'ultimo successo giovanile della Nazionale italiana rimane legato alla vittoria dell'Under 19 nell'Europeo giocato in Liechtenstein nel 2003. Dopo di allora soltanto l'Under 21, l'anno successivo, è stata capace di alzare al cielo la coppa dell'Europeo di categoria.


Girone A

Spagna-Italia 2-1
Marcatori:
35' Merola, 61' aut. Gavioli, 68' rig. Ruiz.
Spagna: Tenas; Sanchez (46' Gomez), Guillamon, Garcia, Miranda; Sergio Gomez, Blanco (74' Orellana), Moha; Torres, Ruiz, Gil (68' Marques). Ct. Santi Denia.
Italia: Carnesecchi; Ferrarini, Gozzi, Bellodi, Udogie; Fagioli (86' Corrado), Ricci, Portanova; Raspadori (70' Salcedo Mora); Merola (70' Piccoli), Petrelli (52' Gavioli). Ct. Nunziata.
Arbitro: Peljto (BIH).

Classifica: Portogallo, Spagna 7; Italia 3; Armenia 0.

Credit foto: Uefa.com