Primavera 1, i migliori 2003 secondo i Ranking LGI

Continua la nostra rubrica delle Top 11 con il massimo campionato nazionale delle categorie del settore giovanile: la Primavera 1. La formazione ideale di questa prima parte di stagione vede tra i nati nel 2003 delle splendide conferme, ma anche qualche sorpresa inattesa alla vigilia, andiamo a scoprire di chi si tratta!

Un Cagliari aldilà di ogni più rosea aspettativa, attualmente al secondo posto vede tra porta difesa due dei suoi perni: Andrea D’Aniello e Luigi Palomba, quest’ultimo issatosi in alto in classifica anche grazie alla doppietta messa a segno nel turno casalingo di inizio dicembre che visto i sardi battere il Napoli per 3-0. Al centro della difesa, Giorgio Scalvini non ha bisogno di presentazioni: il difensore atalantino che si divide stabilmente tra prima squadra (con cui ha debuttato nella gara di andata contro l’Udinese) e primavera è infatti il leader del nostro Ranking Under 19. Ai loro altri due ragazzi ormai da tempo ad alti livelli: Mattia Zanotti, anche lui esordiente in Serie A quest’anno nel pokerissimo dell’Inter rifilato al Cagliari, e Yuri Rocchetti, il cui contributo in termini di gol ed assist si è rivelato finora di fondamentale importanza per il primato detenuto dalla Roma dell’eterno Alberto De Rossi. Vertice basso del centrocampo un campione d’Italia in carica: Duccio Degli Innocenti, che dopo la prima stagione di apprendimento è uno tra gli insostituibili dell’Empoli di Antonio Buscè. Ai suoi fianchi due tra i trascinatori dell’Inter di Christian Chivu, già suoi fedelissimi lo scorso anno in Under 18: Cesare Casadei (già però stabilmente in Primavera nella stagione passata) e Giovanni Fabbian.

Non poteva mancare nel tridente d’attacco sull’ala destra, nonostante un serio infortunio che lo ha costretto all’operazione e lo vede assente dai campi da fine novembre, Tommaso Baldanzi, l’mvp delle ultime fasi finali che con la sua doppietta ha riportato lo scudetto ad Empoli ha comunque accumulato un punteggio notevole fino a quando è sceso in campo regalando altri numeri di prima classe. Sull’altra fascia si resta in Toscana con Filippo Di Stefano, autore a sua volta di una grandissima prima metà di stagione in cui la sua Fiorentina si è aggiudicata proprio nel derby con i cugini azzurri la Supercoppa ai calci di rigore, al termine di uno spettacolare 3-3 dopo i supplementari. Al centro dell’attacco Giuseppe Ambrosino, che ha avuto un impatto devastante per il campionato Napoli, nettamente la migliore tra le neopromosse.

Pronti a subentrare dalla panchina troviamo, tra i pali l’ex Roma Alberto Milan, ora in forza al Torino, Diego Coppola del Verona, esordiente tra i pro nella gara di coppa contro l’Empoli e per terminare il reparto difensivo sugli esterni Nicolò Savona della Juventus ed un altro scudettato imprescindibile per la Primavera azzurra qual è Alessio Rizza. Tra centrocampo ed attacco troviamo, infine, Giorgio Savini, perno granata davanti alla difesa, Giuseppe D’Agostino spalla di qualità del sopracitato Ambrosino e Fabio Abiuso, numero 9 puro, che tra Under 18 e Primavera nel 2021 ha conquistato la titolarità nello scacchiere nerazzurro.