Severini come Pellegrini: Capitana Futuro della Roma

ACQUISTA IN PRELAZIONE L'ALMANACCO LGI 2021

Leader si nasce, silenziosi o carismatici, e nel caso di Emma Severini di carisma ve ne è da vendere. Centrocampista classe 2003, già alla seconda stagione nella capitale: la Roma nel cuore, quella Lupa che la sta rendendo grande e protagonista sul palcoscenico nazionale, ma che allo stesso tempo può dire di avvalersi di quella che sarà probabilmente la migliore nel ruolo di tutta la Serie A nei prossimi dieci anni. Inoltre la strada sembra segnata per il dopo Elisa Bartoli: per la capacità di gestione e mantenimento del gruppo, per il temperamento da trascinatrice e per i colpi da top player, il giovane talento toscano sarà sicuramente la "Capitana Futuro" della Roma. Un po' come il suo collega di reparto maschile, ossia Lorenzo Pellegrini.

E tutto ciò è chiaro e netto, è un destino che sta prendendo forma e lo testimonia il sempre maggior impiego della classe 2003 da parte della mister Elisabetta Bavagnoli e le prestazioni in crescendo del nostro piccolo talento. Per Emma Severini prove strabilianti come quella di domenica in Coppa Italia contro il Florentia. Entrata all'inizio di ripresa, al posto della compagna Annamaria Serturini, Severini si è subito imposta all'altezza dei cinquanta metri capitolini e per intensità e capacità di fraseggio e di possesso sul corto ha dato prova di tutte le sue attitudini da calciatrice ormai in via di affermazione nella categoria. In particolare, al 75', il colpo da biliardo: discesa di Agnese Bonfantini sulla destra, slalom tra due calciatrici del Florentia, sostegno centrale per  la classe 2003 e, da pochi metri fuori dall'area, stoccata della centrocampista all'incrocio, per un eurogol da applausi e per un dilagare giallo-rosso.

Al triplice fischio la maturità calcistica espressa in campo da Emma Severini è stata poi rimarcata dalla riflessività e pacatezza davanti ai microfoni di Roma Tv: "Abbiamo raggiunto l'obbiettivo con un'altra grande partita dopo quella della andata. Siamo molto contente. Sono felice di aver avuto la possibilità di giocare e di aiutare la squadra. È stata una bella opportunità anche per me". Ed ancora: “Sono molto contenta di aver trovato continuità, oltre che del gol. In una squadra come la Roma, non è facile: ci sono tante giocatrici di alto livello. Sono felice di avere questa possibilità dalla coach”. Una calciatrice che, bruciando le tappe, sta stupendo e sta scaldando il cuore della Lupa e che porta forse ancora dietro con sé le parole ed il calore degli onnipresenti mamma Cristina e babbo Patrizio.

SCOPRI QUI LE CLASSIFICHE DEI RANKING LGI