Sottil è sbocciato a Cagliari. E adesso vuole stupire

Riccardo Sottil è ragazzo che ha bisogno di poche presentazioni e che sta ricevendo tanti elogi per un inizio di stagione più che positivo. Il ventunenne, che proprio questa estate ha deciso di cogliere l’opportunità Cagliari dopo essere cresciuto nel vivaio della Fiorentina, che lo ha lanciato in Serie A già due stagioni orsono. Dopo il prestito al Pescara e il ritorno alla base, quella in terra sarda si sta rivelando l'esperienza giusta per spiccare il volo. Agli ordini di mister Di Francesco, il classe '99 si sta imponendo come un tassello prezioso per il reparto avanzato rossoblù. Un rendimento costante, sempre su standard molto elevati, gli ha permesso di imporsi a tutti gli effetti come un giocatore che può legittimamente aspirare a un posto al solo in Serie A. Qualità e spirito di sacrificio, un mix prezioso che sta  permettendo al Cagliari di poter contare su un'opzione importante nel reparto offensivo.

Domenica scorsa, nel match contro un'Inter in salute e lanciata alla rincorsa della vetta della classifica, Sottil si è ritagliato un'altra giornata di gloria nella sua scalata verso l'obiettivo di diventare un calciatore importante. Una prova incorniciata dalla perla del momentaneo vantaggio rossoblù: un sinistro al volo che ha lasciato di sasso Handanovic, dando ai suoi l'illusione dei tre punti svaniti però nel finale, quando i gol di Barella, D'Ambrosio e Lukaku hanno ribaltato il copione del match. A dispetto del k.o., seguito poi dal pareggio nel turno infrasettimanale contro il Parma, resta negli occhi l'ennesima prestazione da sette in pagella per il classe '99. La Fiorentina, intanto, starà prendendo nota. E all'orizzonte c'è anche un Europeo Under 21 per spiccare definitivamente il volo nel calcio che conta.

Articolo a cura di Sebastiano Braglia.

SCOPRI QUI LE CLASSIFICHE DEI RANKING LGI