SportelLGI – Le Noif e i tesseramenti: 3ª parte

La Giovane Italia è, ormai da quasi dieci anni, in prima linea per tutte le tematiche che ruotano intorno al calcio giovanile nostrano. Adesso, alle porte del nostro decennale, abbiamo deciso di scendere in campo, come e più di sempre. Grazie alla penna tagliente di Luca Vargiu, amico LGI di vecchia data, lanciamo la sezione "SportelLGI": un'idea che si propone di diventare appunto uno sportello di sfogo e di denuncia, sempre aperto e a disposizione dei naviganti che per caso o per scelta si sono imbattuti nel nostro progetto. E che adesso invitiamo ad esporre storie, problematiche e dubbi, anche "normativi", in merito all'attualità del nostro calcio giovanile. Dopo il nostro "filone introduttivo" (prima puntata di giovedì 19 novembreseconda di domenica 22 novembre, terza di venerdì 27 novembre e la quarta di domenica 29 novembre), Luca torna a trattare una tematica da sempre spinosa del calcio giovanile e dilettantistico: quella del vincolo sportivo, introdotta con la prima puntata di martedì 8 dicembre, la seconda di domenica 13 dicembre, e la terza di lunedì 14 dicembre. Adesso entriamo nel dettaglio, con una panoramica sulle Noif e i tesseramenti: avvisi ai naviganti, per non rimanere intrappolati. Pronti per la seconda puntata? Qui trovate la prima e la seconda puntata.

Ora che sai cosa dice la norma ma anche quello che accade fuori dal suo perimetro di gioco, passiamo alle questioni pratiche: cosa fare per essere svincolati a fine campionato?

Va specificato subito che ci sono tante società e tanti dirigenti che di fronte a una richiesta di foglio di svincolo secondo l’articolo 108 non fanno alcun tipo di rimostranza, ma va altrettanto ricordato che ci sono gli altri, quelli più furbi e disonesti che preoccupano e che bisogna in qualche modo fermare.

Lo spieghiamo con un esempio pratico.

Siamo al momento fatidico della firma (sia che spetti a te apporla perché maggiorenne o ai tuoi genitori perché minorenne) e tu sei con la penna in mano davanti al foglio sul quale c'è il tuo nuovo tesseramento, magari hai già discusso il lato economico del tuo rimborso (se c’è ) – e forse anche dell'art. 108 – e sei pronto a firmare.

Tutto a posto ma non sei sicuro. Che fare?

Controlla che sia crocettata la casella "annuale" e non "pluriennale” se puoi ancora rientrare nel tesseramento annuale, se hai più di 16 anni accertati che la procedura di svincolo secondo l'art 108 – che hai richiesto – venga fatta subito scaricando il modulo online e chiedi la tua copia. Visto che attraverso il sito della LND non tutti i dipartimenti indicano che il modulo può essere compilato dalla società online e non tutti sanno che è possibile farlo, fallo presente tu, se poi hai dei dubbi e vuoi essere ancora più tranquillo, scarica il modulo "standard" che trovi in rete, portalo con te e compilalo con la società. Ricorda che deve essere depositato entro 20 giorni dalla indicata e deve essere firmato dal legale rappresentante (la firma di qualsiasi altro dirigente non conta e c’è chi ne approfitta per rendere carta straccia il foglio firmato).

Rifiutano di darti queste risposte, di eseguire la procedura o sorgono altri intoppi?

Non firmare nulla, prendi del tempo per verificare e se non puoi fare diversamente, meglio pensare a trovare altra sistemazione.

Non lo vuoi fare? Nessun problema, è una tua decisione ma ricorda che oggi il tesseramento vincola ancora fino ai 25 anni, non ci sono altre soluzioni per non essere vincolati.

Stai per firmare un vincolo pluriennale?

Se sei sicuro di quello che fai, firma.

Poi non ti lamentare però.

Ricorda sempre di non accettare mai, e per nessun motivo, qualsiasi richiesta di denaro per poterti svincolare.

Facciamo un altro esempio.

Hai firmato un foglio che dovrebbe garantirti lo svincolo ma non sai se sia stato depositato o meno e ti viene il dubbio che quanto in tuo possesso non possa essere valido?

Controlla che sia timbrato dalla società e firmato dal legale rappresentante e poi accertati che sia stato depositato presso il dipartimento di competenza contattandolo direttamente. In caso contrario puoi depositare la tua copia entro 20 giorni dalla data indicata sullo stesso.

Se questo dubbio ti assale a stagione in corso sappi che potrebbe essere un problema nel caso in cui risultasse un documento privo di alcun valore perché significherebbe avere nulla in mano e, soprattutto, che sei stato fregato. Per questo è importante che tutti questi controlli vengano fatti al momento della firma o nei giorni precedenti.

Ricorda sempre – e ancora – di non accettare mai, e per nessun motivo, qualsiasi richiesta di denaro per poterti svincolare.

Ne serve ancora uno di esempio, vero?

Stai per firmare e spunta il solito impiccio legato al premio di preparazione.

Bene, sappi che la questione non deve essere spinosa per te perché il premio di preparazione è qualcosa che non riguarda il tesserato o la sua famiglia ma esclusivamente le società, quindi, se per qualsiasi motivo un dirigente utilizza la  scusa del premio per richiedere del denaro, significa che qualcosa non sta funzionando nel modo giusto e occorre fermarsi.

Sii più scaltro dei furbastri che ti vogliono fregare.

Sul premio di preparazione torneremo però con qualche dettaglio in più. Ma ricorda che lo SportelLGI, lo spazio in cui puoi chiedere, sfogarti e raccontare è a tua disposizione: scrivi a info@lagiovaneitalia.net.

Continua...