Under 17: la Top 11 secondo i Ranking LGI

Sul finire di giugno è stato assegnato il titolo di Campioni d’Italia alla Roma. La formazione di Fabrizio Piccareta ha prima vinto il proprio girone, superando l’agguerrita concorrenza della Lazio targata Marco Alboni per poi realizzare un percorso sostanzialmente perfetto nella fase finale. Con la chiusura della regular season abbiamo messo il punto sulla stagione 2020/2021 e, secondo i ranking de La Giovane Italia, questa è la Top 11 di categoria. Teniamo a specificare che non sono stati considerati i calciatori che hanno giocato quasi esclusivamente nei campionati di Under 18 e Primavera.

A difendere i pali di questo dream team ci pensa Daniele Giuseppe Bufano, estremo difensore del Lecce che con i suoi interventi ha contribuito all’ottimo percorso dei giallorossi nel Gruppo 8. Un percorso che li ha visti estromessi dalla fase finale solo a causa della differenza reti con il Crotone primo della classe. Difesa a quattro che vede Jacopo Regonesi dell’Atalanta sulla corsia di destra, uno tra i migliori interpreti della categoria, nonché elemento fisso delle giovanili azzurre. Sul versante opposto Davide Cocetta, uno dei profili più interessanti del settore giovanile del Pordenone che, non a caso, ha disputato anche dieci gare nel campionato di Primavera 2. La coppia centrale è formata da Gabriele Cugola del Brescia e Andrea Zanata del Cittadella, difensori affidabili che hanno scalato posizioni fino ad assestarsi nella zona alta dei nostri ranking. Le chiavi della cabina di regia sono affidate a Giacomo Faticanti, uno dei 2004 più forti d’Italia - e non a caso Campione d’Italia – che, oltretutto, rispecchia appieno i valori LGI. Al suo fianco un altro giallorosso, Niccolò Pisilli. Il centrocampista della Roma è cresciuto in maniera esponenziale nel corso di questa stagione diventando, ancor di più rispetto alle passate stagioni, uno tra i profili maggiormente apprezzabili nella rosa capitolina. Jacopo Casadei del Bologna completa un terzetto di centrocampo di qualità, quantità ed intelligenza tattica sopra la media. Sul fronte offensivo di destra agisce Luca D’Andrea della SPAL. Tecnica e fantasia allo stato pure, insieme a quella giusta dose di cattiveria agonistica che non deve mai mancare. Sulla corsia mancina spazio a Giacomo Zanotel del Pordenone che, reduce dal passaggio al Torino, nella stagione appena conclusasi si è rivelato un elemento interessante anche in Primavera 2. L’attacco si conclude con uno dei centravanti più devastanti della categoria: Valerio Crespi della Lazio. Il bomber di scuola Savio ha trascinato i biancocelesti ad una sorprendente lotta con la Roma, una vera e propria battaglia in cui i gol del numero 9 hanno permesso agli aquilotti di sognare il volo verso la fase finale. È rimasto un sogno, ma l’esaltante stagione di Crespi, soprattutto nelle prime gare della regular season, resta inconfutabile.