L’Inter U14 succede al Genoa nel torneo di San Benedetto

La finale tra Inter e Genoa che ha visto prevalere il nerazzurri per 1-0, ha chiuso il sipario sulla seconda edizione del torneo di calcio giovanile "Città di San Benedetto del Tronto". L'undici di Marco Sala si è preso così la rivincita per la sconfitta rimediata, con lo stesso risultato finale, nel girone eliminatorio nel quale i grifoni hanno chiuso in testa. La finalissima è stata decisa da Gabriele Re Cecconi, abile a mettere in rete un pallone vagante in area di rigore, portando così a 3 reti il suo bottino nella manifestazione.
Il Genoa di Leone Cipani, dopo aver vinto il torneo nello scorso anno, si è quindi dovuto accontentare della seconda posizione.
Diverse le sorprese maturate, a cominciare dall'ottimo terzo posto ottenuto dal Pescara nella finalità contro il Sassuolo. Gli abruzzesi sono stati capaci di passare il turno eliminatorio tenendo fuori due realtà del calibro di Atalanta e Hellas Verona.
Sono stati realizzati ben 64 reti in 16 partite, una media di 4 segnature a gara. Sei di queste le ha realizzate Tommaso Dario dell'Udinese, meritandosi così il premio di capocannoniere. Gli organizzatori del torneo hanno assegnato invece il premio di miglior portiere a Filippo Accursio del Sassuolo.
L'MVP della seconda edizione è stato Lorenzo Venturino, funambolico attaccante del Genoa. Il numero 11 dei liguri ha realizzato uno dei goal più belli della kermesse marchigiana nella semifinale contro il Pescara – il cui video è presente sui nostri canali Facebook e Instagram – con un destro all'incrocio dei pali.
160 gli atleti Under 14 che hanno partecipato all'evento che si è disputato dal 4 al 6 gennaio allo stadio "Ciarrocchi" di Porto d'Ascoli.
L'affluenza di pubblico è stata buona anche perché, come ricordato dal sindaco di San Benedetto del Tronto Pasqualino Piunti, vedere del buon calcio in uno stadio con la vista del mare all'orizzonte non fa altro che invogliare le persone ad andare a godersi lo spettacolo.
Pietro Tassin