Lorenzo Sgarbi, dal Trentino a Napoli per diventare grande

Da Bolzano a Frattamaggiore ci sono poco più di 800 chilometri. Lorenzo Sgarbi ci ha messo un po’ per assorbire il salto dal Sudtirol al Napoli, ma dopo quasi tre anni con la maglia del Napoli è diventato un ingranaggio fondamentale della Primavera partenopea. Partito dalla Virtus Bolzano sulle orme dello zio Veleo, ex centrocampista e considerato come uno dei migliori giocatori della storia del Trentino, Sgarbi è arrivato in azzurro nell’estate del 2017, prendendosi subito un posto in prima fila con gli Under 17. Dopo l'esordio da sotto età, l’attaccante classe 2001 è diventato ormai da due stagioni il centravanti titolare della Primavera azzurra. Un ruolo di spicco, che gli ha aperto le porte dell’Italia Under 18 e della prima squadra, con la quale è stato impegnato a Dimaro la scorsa estate nel ritiro precampionato, agli ordini di mister Carlo Ancelotti. Un assaggio al professionismo, in attesa di dare l'assalto al calcio dei grandi con nel bagaglio due annate da protagonista in Primavera e l’esperienza in campo internazionale maturata in Youth League.

Ragazzone di quasi un metro e novanta, Sgarbi è in realtà molto di più di un “semplice” centravanti-boa. I suoi trascorsi da centrocampista offensivo lo rendono una punta dinamica, capace di svariare su tutto il fronte offensivo e di rappresentare una risorsa importante per il gioco della squadra. Caratteristiche che lo portano spesso a giocare anche lontano dalla porta, a volte forse troppo considerando il fatturato realizzativo non eccezionale nelle due stagioni e mezzo in Primavera. Un "bomber operaio", insomma, che col Napoli ha imparato ad utilizzare nel migliore dei modi una struttura potente ma al tempo stesso agile, che gli consente di reggere il contrasto con qualunque avversario ma anche di essere sufficientemente rapido a dispetto delle lunghe leve. Per imporsi tra i grandi dovrà trovare dentro di sé quella ferocia agonistica che ancora gli manca. Si accettano consigli da zio Veleo, perché ormai il momento del passaggio al piano superiore sembra essere dietro l’angolo.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU TUTTOMERCATOWEB

NON PERDERTI L'ALMANACCO 2020! CLICCA QUI PER ACQUISTARLO

CLICCA QUI PER ACCEDERE AI RANKING LGI

Credit foto: Martina Cutrona.