Mondiale U17: ecco i 21 azzurri, ci sono anche due 2003

Doveva essere il Mondiale di Sebastiano Esposito, potrebbe diventare, chissà, quello di Willy Gnonto. L'avventura brasiliana della nazionale Under 17 (o Under 18, come sappiamo) inizia così, con la più eclatante delle defezioni e la più promettente delle scommesse. Perché il mondo del calcio è anche questo, fatto di porte che si spalancano improvvisamente, di occasioni uniche che devono assolutamente essere colte. In questo caso da due interisti di indiscusso talento protagonisti di questa sliding door.

Per Esposito, il rammarico di non recitare un ruolo da assoluto protagonista di questo Mondiale di categoria dovrà, si spera, essere accantonato presto  con l'esordio in Serie A a soli 17 anni. Il sogno di qualunque ragazzo, nel suo caso un'occasione unica, forse irripetibile che dovrà assolutamente cogliere al volo, resa possibile dal lungo infortunio di Alexis Sanchez.

Per Gnonto, se possibile, la chance è ancora più clamorosa. Assolutamente fuori dai pensieri del ct solo due settimane fa, è stato convocato in prova nel pre-raduno di Cesena al posto di un paio di infortunati, tra cui Oristanio. E siccome la fortuna aiuta gli audaci, in questo caso i talentuosi, l'attaccante dell'Inter è passato in pochi giorni da essere considerato riserva delle riserve a potenziale punto fermo della squadra. Di sicuro un'alternativa che potrebbe spaccare la partita anche se impiegato negli ultimi 20-30 minuti.

Oltre a lui, giocherà il mondiale un secondo classe 2003, un'altro nerazzurro, ma in questo caso dell'Atalanta: Samuel Giovane. Centrocampista totale di grande dinamismo e tempi perfetti d'inserimento, quasi "illegale" tra i pari età, ha già fatto parte di questo gruppo, sempre sotto età, all'ultimo Europeo perso in finale contro l'Olanda.

Oltre a Gnonto, le altre new entry rispetto proprio a quell'Europeo sono Tommaso Barbieri (Novara), Riccardo Boscolo Chio (Inter), Andrea Capone (Milan), Gaetano Pio Oristanio (Inter) e Filippo Rinaldi (Parma). Nonostante l'assenza di Esposito, con 5 giocatori l'Inter è la squadra più rappresentata in questa nazionale, seguita con 3 dall'Atalanta. Di seguito la lista completa e definitiva dei 21 convocati che domenica 20 voleranno in Brasile.

Portieri: Manuel Gasparini (Udinese), Marco Molla (Bologna), Filippo Rinaldi (Parma).

Difensori: Christian Dalle Mura (Fiorentina), Francesco Lamanna (Cremonese), Lorenzo Moretti (Inter), Alessandro Pio Riccio (Juventus), Matteo Ruggeri (Atalanta), Lorenzo Pirola (Inter), Destiny Udogie Iyenoma (Hellas Verona), Tommaso Barbieri (Novara).

Centrocampisti: Riccardo Boscolo Chio (Inter), Andrea Capone (Milan), Michael Brentan (Sampdoria), Samuel Giovane (Atalanta), Gaetano Pio Oristanio (Inter), Simone Panada (Atalanta), Franco Tongya Heubang (Juventus).

Attaccanti: Lorenzo Colombo (Milan), Nicolò Cudrig (Monaco), Wilfried Degnand Gnonto (Inter).

Il girone eliminatorio. L'Italia è inserita nel Gruppo F ed esordirà lunedì 28 ottobre (ore 21 italiane) con le Isole Salomone per poi incontrare il Messico giovedì 31 ottobre (a mezzanotte in Italia) e chiudere il girone di qualificazione contro il Paraguay domenica 3 novembre (a mezzanotte in Italia).
Le partite degli azzurri saranno trasmesse da Rai Sport e Sky Sport e in questa prima fase si disputeranno tutte allo stadio "Bezerrao di Gama", nel distretto federale di Brasilia.