Monza, la categoria Allievi ti appartiene

Stagione da incorniciare per il Monza. Se per la prima squadra sembra quasi certo l'approdo in Serie B, anche il settore giovanile biancorosso ha vissuto un'annata piena di soddisfazioni. Ottimi risultati confermati anche dai piazzamenti delle due squadre protagoniste dell'ex categoria Allievi, l'Under 17 e l'Under 16, entrambe prime nei rispettivi gironi al momento della sospensione dei campionati.

L'Under 17 di mister Allegretti.

I ragazzi classe 2003, sotto la guida dell'ex calciatore monzese Riccardo Allegretti, non scendono in campo in gare ufficiali ormai dal 9 Febbraio, quando strapazzarono 4-0 l'Alessandria. Dopo quella giornata, seguita da un turno di riposo, il Covid-19 non ha più permesso ai biancorossi di consolidare quel primato ottenuto proprio nell'ultimo turno disputato, complice il contemporaneo pari del Renate. Una vetta raggiunta a suon di gol (53 in 16 partite, 3.32 di media a partita) e prestazioni eccellenti, le quali hanno consentito al Monza di restare imbattuto per ben 13 gare: i ragazzi di Allegretti non perdevano dal 22 Settembre, giorno in cui subirono l'unica sconfitta stagionale contro il Novara. Da lì in poi solo risultati utili ed un sogno, quello della vittoria del campionato, fermato sul più bello.

L'Under 16 di mister Lasalandra. 

Sette giorni di riposo in meno per i ragazzi di Vito Lasalandra, che il 16 Febbraio battevano 4-2 il Gozzano e mantenevano il  vantaggio sull'L.R. Vicenza, secondo a meno due dalla vetta. Percorso quasi netto anche per i classe 2004 biancorossi, caduti solo contro la Pergolettese alla 4ª giornata, prima di infilare una striscia di 10 risultati utili consecutivi. Primato strappato ai vicentini al termine del girone d'andata, quando il Monza batteva 3-0 il Padova e, complice il turno di riposo dei diretti avversari, si issava in prima posizione. Secondo miglior attacco e seconda miglior difesa, con una continuità di risultati da fare invidia a tante. Il destino, tuttavia, ha tirato un brutto scherzo ai giovani monzesi.

La pandemia, però, non annulla il gran lavoro fatto da queste due squadre, le quali saranno sicuramente ancora più pronte ed affamate quando, finalmente, si tornerà a giocare.