MVPrimavera 1, gli “uomini partita LGI” della 6^ Giornata

Continua il nostro viaggio alla scoperta dei migliori giovani italiani del Campionato Primavera 1. E' andata in archivio la 6^ giornata, andiamo a scoprire chi ha conquistato una medaglia MVPrimavera.

Atalanta-Milan 1-1

Alessandro Guarnone (Milan): andato Donnarumma, andato Plizzari, rimane Guarnone a difendere la porta rossonera. Lo fa con autorità, senza far rimpiangere gli illustri precedenti, con almeno due miracoli nel finale che tengono a galla il Milan contro la capolista Atalanta.
Salvatore Elia (Atalanta): il classe '99 pratese ha una grande chance quest'anno per farsi notare. Un palo, l'autogol propiziato e l'aratura continua della fascia destra ne fanno uno dei gioielli made in Zingonia in rampa di lancio. E chissà che da qui a fine anno Gasperini non ci faccia un pensiero...

Chievo Verona-Hellas 4-1

Andrea Isufaj (Chievo Verona): l'uomo derby è l'attaccante di Bressanone, che con una doppietta consegna i tre punti alla squadra di mister D'Anna. In gol la scorsa volta con il Bologna, adesso altri due timbri: se il Chievo vuole puntare in alto ha bisogno di lui.

Lazio-Bologna 1-1

Luca Mantovani (Bologna): terzino classe 2000 che si sta facendo conoscere in questo inizio di campionato. Sempre molto propositivo in fase offensiva, ha anche il merito di lanciare in porta Okwonkwo con il bellissimo assist che vale il pareggio felsineo.
Federico Marchesi (Lazio): piacevole novità nella mediana biancoceleste. Schierato a fianco a Miceli, questo ragazzo si conferma molto interessante sia nel ruolo di filtro che in fase di impostazione.

Udinese-Genoa 0-2

Luca Zanimacchia (Genoa): oltre ad avere il grande merito di sbloccare il match con un bolide da fuori area, l'ex Varese è il fulcro del gioco offensivo genoano. Riceve tanti palloni e li gestisce con la sapienza di chi ormai è pronto per approdare a ben altri lidi calcistici.
Aldo Caiazza (Udinese): Una delle note liete della prova deludente dell'Udinese di sabato. Riesce a limitare un talento puro come quello di Salcedo, è preciso in chiusura e ogni tanto si sgancia anche in avanti con qualche progressione interessante.

Sampdoria-Sassuolo 1-1

Andrea Tessiore (Sampdoria): il tuttocampista al servizio di mister Augusto è sempre uno dei migliori, anche nelle giornate peggiori dei blucerchiati. Contro il Sassuolo la Samp gioca un buon primo tempo grazie anche al multitasking del centrocampista di Pietra Ligure, sempre al centro del gioco.
Matteo Rizzi (Sassuolo): un centravanti di lotta e di governo, che non si tira mai indietro nei momenti difficili. Questo è l'identikit di Matteo Rizzi, che contro la Samp va più volte vicino al gol e lavora tantissimi palloni per i compagni.

Inter-Fiorentina 2-0

Matteo Rover (Inter): sempre un gran lavoratore l'esterno di mister Vecchi, che entra a metà del primo tempo nel big match contro la Fiorentina e si fa subito notare per la propria vivacità. L'atteggiamento propositivo sulla fascia sinistra viene premiato anche dal gol che al 90' chiude i conti.
Simone Ghidotti (Fiorentina): i nerazzurri lo prendono a pallonate, ma lui si mette chino e con pazienza erige il muro che impedisce agli avversari di dilagare. La Fiorentina cade contro l'Inter, ma rimane in partita grazie alla prestazione stellare del bresciano classe 2000.

Napoli-Juventus 1-4

Manolo Portanova (Juventus): solita onnipresenza in mezzo al campo. Nel momento più difficile della stagione bianconera l'ex Lazio tira fuori gli artigli. Il primo gol della Juventus nasce da un suo recupero palla, poi con un diagonale velenoso chiude i conti e si merita la palma di MVP.

Per news, risultati e LIVE del Campionato Primavera seguici su www.mondoprimavera.com