Brescianini-Sala, Milan al top. Che sabato per Cataldi!

Il campionato Primavera 2 ha consegnato agli archivi il suo ottavo turno, in un weekend che ha dato indicazioni importanti sia nell'ottica delle classifiche dei due gironi che in chiave Ranking LGI. I temi dei due raggruppamenti sono opposti. Nel Girone A abbiamo assistito a un big match dal risultato clamoroso, che ha riaperto prepotentemente la corsa al primo posto. Nel Girone B, invece, ci troviamo di fronte a una vera e propria fuga, con la capolista che sta provando a testare con decisione il polso della concorrenza, scavando un solco considerevole tra sé e le più immediate inseguitrici.

Brescianini allunga, Sala super - Perché tutto cambi, niente deve cambiare. Marco Brescianini dentro di sé avrà parafrasato la celebre citazione de Il Gattopardo, prima di trascinare il suo Milan al roboante successo nel big match contro l'Hellas Verona. Il centrocampista classe 2000 è andato in gol nel 5-0 col quale i ragazzi di Giunti hanno strapazzato i veronesi. Un altro "+6" per il rossonero che, come detto, non cambia ma cambia il suo Milan: è sempre sua la vetta alla graduatoria del Ranking LGI di categoria, mentre la sua squadra adesso ha messo nel mirino il primo posto in classifica. A rubargli la scena, nel match di sabato, ci ha però pensato un compagno di squadra, che con una doppietta si è preso le luci dei riflettori. Parliamo di Alessandro Sala, centrocampista, o meglio "tuttocampista" classe 2001 che ha scelto l'occasione migliore per mettere a referto le prime reti della sua stagione. Il ritiro estivo con la prima squadra sta dando i suoi frutti anche per lui che, insieme a una nidiata rossonera partita a fari spenti, adesso ha acceso gli abbaglianti, puntandoli su una vetta della classifica del Girone A che adesso è distante appena un punto.

Volo Ascoli, sogno Trapani - Ben diversa la musica nel Girone B, dove la capolista tiene ancora più saldo lo scettro del primato. L'Ascoli allunga, sfruttando il passo falso del Lecce con il cinismo dei grandi. Nella trasferta di Salerno i marchigiani soffrono, ma trovano il guizzo vincente che permette loro di portare a sei le lunghezze di vantaggio sulle più immediate inseguitrici. All'inseguimento del Picchio, adesso, c'è una coppia a sorpresa. Non tanto per la presenza del Lecce, che al netto dei colpi persi negli ultimi due turni ha rappresentato una realtà di questo avvio di stagione, quanto per quella del Trapani, che sogna scenari di gloria grazie al rendimento da protagonista di Riccardo Cataldi. Il centrocampista classe 2001 ha una storia tutta da raccontare. Cresciuto nella Roma, ma con la Lazio nel cuore, ha lasciato casa lo scorso anno per vivere una esperienza importante con la maglia del Venezia, per poi mettersi nuovamente in gioco con quella del Trapani. Diplomato con un anno di anticipo e grande appassionato di Nba, Cataldi si è preso sulle spalle i suoi anche nell'ultimo turno: gol al Pisa, aggancio al secondo posto e ingresso prepotente nella Top 5 del Ranking LGI. Un sabato da "180", come il giro perfetto delle freccette, sport che il ragazzo romano segue da qualche anno con grande interesse.

CLICCA QUI PER CONSULTARE TUTTI I RANKING DE LA GIOVANE ITALIA