Primavera 2B, la Top 11 del Ranking LGI

Dopo la formazione ideale del girone A continuiamo a scandagliare il Ranking LGI del campionato Primavera 2, andando a eleggere la Top 11 (con relativa panchina di sette elementi) del girone B. Il criterio di composizione dell’undici ideale non cambia: sono i bonus e i malus a determinare i migliori per ruolo, per arrivare a delineare la squadra migliore del raggruppamento del centrosud.

Portieri? Primi della classe – Partiamo dai pali, in ottime mani con i numeri uno delle due prime della classe, nonché i meno battuti del girone. Il posto da titolare se lo aggiudica, per una incollatura, Matteo Bruno: cresciuto nel Palermo e passato al Trapani in estate, il classe 2001 è uno degli artefici della ottima stagione della squadra allenata da mister Scurto, con 17 reti al passivo nelle 18 gare disputate. Per Bruno anche qualche apparizione tra i convocati della prima squadra, così come per il suo collega Nunzio Zizzania. L’Ascoli ha ormai il primo posto in tasca, anche grazie alle parate del suo portiere che ha subìto appena 13 reti in 16 partite, con ben sette clean sheet. Insomma, tra i pali c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Difesa sì, con licenza di segnare – Spostiamoci sulla linea difensiva, dove troviamo tra giocatori bravi a fare il loro mestiere ma caratterizzati anche dal vizietto del gol. Il rendimento di Manuel Alagna, ad esempio, è una delle chiavi dei successi di un Ascoli ormai ad un passo dalla promozione. Una stagione da incorniciare all’esordio in Primavera, con due gol ad aggiungersi alle ottime prestazioni difensive. Meno brillante dal punto di vista dalla classifica di campionato, ma altrettanto efficace in termini di punteggio nel ranking LGI, è Pasquale Campanile. Il difensore della Juve Stabia si piazza al secondo posto della classifica per ruolo, con un gol a impreziosire la sua stagione. A chiudere il terzetto titolare troviamo Gioacchino Galeotafiore, che di gol ne ha messi a segno addirittura 5: è lui, infatti, il rigorista designato della sua Salernitana, ancora in piena corsa per accedere ai playoff del girone B. Dalla panchina, pronti a subentrare Matteo Vagnoni e Ilario Monterisi. L’esterno del Perugia ha meno minuti all’attivo ma è riuscito a mantenere un punteggio di prim’ordine grazie ai quattro gol messi a segno. Bottino pari a quello di Ilario Monterisi, che oltre a un ruolo da assoluto protagonista con la Primavera ha già respirato l’atmosfera della serie A, nelle tre occasioni in cui mister Liverani lo ha portato in panchina con la prima squadra.

Centrocampo d’assalto – Mediana dal gol facile quello della Top 11 del Girone B, con un quartetto di centrocampo in grado di garantire un contributo realizzativo che si avvicina molto a quello degli attaccanti. Il primo nome della lista è quello di Riccardo Cataldi, faro del Trapani secondo in classifica e autore di 7 gol, propiziati da una freddezza che lo rende praticamente infallibile nelle vesti di rigorista dei granata. Alle sue spalle troviamo Hide Vitalucci, italo-giapponese che sta contribuendo a fare le fortune del Frosinone. Esterno offensivo, trequartista ma anche esterno di centrocampo votato all’attacco, il classe 2002 ha realizzato 5 gol ed è stato tra i protagonisti della cavalcata in Coppa Italia, terminata ai quarti di finale dopo aver eliminato l’Inter nel turno precedente. A completare il reparto troviamo due giocatori appaiati nel punteggio, che stanno vivendo stagioni importanti sotto diversi punti di vista. Sergio Maselli, oltre ai quattro gol realizzati con la Primavera, si è infatti meritato l’esordio in prima squadra, lanciato da Liverani nel quarto d’ora finale del match di Coppa Italia contro la Spal. Una soddisfazione non da poco per il play barese, alla quale vanno aggiunte le sette panchine in serie A, in un 2019/20 che sta rappresentando un gustoso antipasto della sua carriera da grande. Anche Giacomo Molinari si sta affacciando alle porte della prima squadra, aspettando un esordio che potrebbe arrivare da qui a fine stagione. Il centrocampista di scuola Roma è uno degli insostituibili del Trapani, e col “gemello” Riccardi (col quale ha condiviso l’avventura nel vivaio giallorosso) sta trascinando i granata verso vette inesplorate. Dalla panchina reclamano spazio Andrea Vignes, tra i più positivi nella stagione della Salernitana e rimasto fuori dall’undici titolare per appena mezzo punto, e Francesco Soldani, che a Pisa sembra aver trovato la continuità che gli era mancata nell’ultima stagione con il Bologna (nella quale ha però messo in bacheca uno storico Viareggio).

Attacco, gol garantiti – Chiudiamo con le bocche da fuoco, un tris di punte grazie alle quali questa Top 11 è destinata ad essere sempre ben rifornita in termini di gol. Vincenzo Della Pietra è il secondo rappresentante della Juve Stabia, forte dei suoi 9 centri che lo posizionano sul gradino più basso del podio dei marcatori del girone. Stesso fatturato realizzativo per Joseph Mangiaratti, classe 2002 come il collega stabiese e altrettanto efficace al primo anno di Primavera, nel quale si sta rivelando spesso e volentieri decisivo per i successi del Perugia. Chiude il tridente il bomber principe: Gianluigi Sueva, cannoniere del Cosenza che coi suoi 11 gol guarda tutti dall’alto e si piazza sul podio assoluto del Primavera 2. Il minutaggio inferiore, dovuto alla doppia convocazione con la prima squadra nel mese di febbraio, lo “relega” (si fa per dire) al terzo posto del tridente titolare della nostra Top 11. In panchina la sorpresa Michael Buffa, autore di 5 gol con il suo Pisa, insieme a Nicola Garofalo, che ha già messo a referto 9 reti con la maglia del Benevento.

È ARRIVATO L'ALMANACCO 2020! CLICCA QUI PER ACQUISTARLO

CLICCA QUI PER ACCEDERE AI RANKING LGI

Credit foto: Martina Cutrona