B femminile: i verdetti dei giovani talenti

In attesa di scoprire quale sarà il destino delle squadre che quest’anno hanno partecipato al campionato di serie B per quanto riguarda promozioni e retrocessioni, è ormai ufficiale che la serie cadetta non ricomincerà. È quindi arrivato il momento di fare un bilancio finale sulle squadre che più hanno saputo valorizzare e credere nelle giovani calciatrici.

Al primo posto in classifica del campionato troviamo il Napoli, squadra che, seppur ha potuto contare su giovani molto interessanti come Federica Cafferata e Federica Cavicchia, ha puntato di più su giocatrici di esperienza o calciatrici straniere.

Per quanto riguarda il resto del podio, troviamo il San Marino Academy e la Lazio. Ancora non sappiamo quale delle due riuscirà a fare il salto di categoria, ma certamente entrambe le squadre hanno espresso un ottimo gioco durante la stagione e, soprattutto, hanno messo in mostra alcune giovani davvero interessanti. Nel San Marino la lista è davvero lunga, da Greta Di Luzio e Aurora De Sanctis fino a  Gloria Ciccioli e Alison Rigaglia, la società sammarinese ha dimostrato come un progetto dove al dentro ci sono le giovani possa anche dare i frutti nel breve periodo oltre che nel futuro. La Lazio invece è stata trascinata da due giovani dal sicuro avvenire: Noemi Visentin e Virginia Di Giammarino; entrambe hanno dimostrato il loro valore in questo campionato e non hanno deluso la fiducia del loro allenatore, che non le ha quasi mai tolte dal campo.

In terra romagnola troviamo due società che in questa stagione hanno puntato fortissimo sulle giovani, togliendosi anche qualche soddisfazione: parliamo del Ravenna e del Cesena.

Tra le fila giallorosse hanno trovato tantissimo spazio Linda Giovagnoli eFrancesca Barbaresi, diventate imprescindibili per mister Piras. Hanno avuto diverse occasioni anche altre due giovani promesse, l’attaccante Giada Burbassi e la centrocampista Nina Ligi, che ha segnato il suo primo goal in serie B con una fucilata dai 35m, prima di essere fermata da un infortunio.

Nelle cesenati sicuramente la copertina va a Maddalena Porcarelli, attaccante di movimento che ha fatto impazzire diversi difensori e a Eleonora Oliva, che, nonostante la giovane età, ha subito preso in mano le chiavi della difesa. Tra le file bianconere però abbiamo potuto anche vedere i primi passi tra le grandi di giocatrici molto interessanti, una su tutti Elena Battistini, giovanissima ma spesso impiegata da mister Rossi.

Ilaria Mella, Greis Domi e Flavia Devoto sono sicuramente tra le giovani più interessanti lanciate dal Vittorio Veneto, che da sempre dimostra di credere molto nel settore giovanile e nelle calciatrici che ancora devono accumulare esperienza.

Tornando nella capitale, tra le file della Roma CF non troviamo moltissime giovani, ma sicuramente è presente una delle più promettenti calciatrici della serie cadetta: Serena Landa. Oltre che essersi messa in mostra con la maglia della sua squadra, Serena ha dimostrato il suo valore anche durante il torneo di Viareggio, con la casacca della AS Roma, diventando capocannoniere del torneo.

Queste sicuramente sono state le squadre che hanno avuto il merito di puntare maggiormente sulle giovani, dando loro modo di mettersi in mostra e di dimostrare il proprio valore, nella speranza che possano continuare a crescere e fare la fortuna della propria società.