Serie A femminile: pari tra Marinelli e Zanoli per la vetta

La quattordicesima giornata di campionato si è conclusa con emozioni, colpiti scena, rimonte e soddisfazioni; scopriremo ora l’accaduto di questo weekend scintillante. La Roma in trasferta sottomette l’Empoli per 2-1 continuando la sua corsa per salire e cercare la terza posizione; la strada da percorrere è tanta ma il campionato è ancora lungo. Le viola si impongono per 1-0 in terra friulana senza lasciar scampo alle casalinghe in cerca di punti importanti; non bene l’Orobica che non riesce a fermare l’inarrestabile Sassuolo che gliene rifila ben sei. Lo scontro tra Hellas e Bari finisce in un pareggio che fa si che nessuna delle due guadagni punti essenziali. Il pareggio che però più ci stupisce di più è quello tra la capolista Juventus e il Florentia che riesce a mettere in stop per una giornata la scalata verso lo scudetto, anche se, rimane comunque in pole position a +6 dalla Fiorentina. Il match che però aspettavamo con più ansia era lo storico scontro tra le squadre milanesi: Milan, Inter. Iniziano in bomba le nero-azzurre che si portano subito in vantaggio, la gioia però dura poco perché vengono subito recuperate; un fallo di mano in area di rigore dà al Milan una chance di portarsi in vantaggio ma la palla esce di poco; verso la fine però, le rosso-nere trovano la gioca vincente chiudendo così una partita di orgoglio e sacrificio acquistando tre punti di grande valore raggiungendo la Fiorentina posizionandosi a pari punti.

CLASSIFICA SQUADRE. Continua la sua ascesa come capolista della classifica del ranking la società giallo-blue del Tavagnacco che lascia subito al di sotto con ben sedici punti di distacco l’Hellas. L’Inter, invece, tiene man forte contro l’Hellas standole col fiato sul collo con 124 punti contro i 133 delle veronesi. La classifica però rimane invariata e non si vede ancora nessun sorpasso o colpo di scena. Il Milan e il Florentia continuano ad aumentare di due punti ogni settimana senza arrivare ancora però a duello, quindi l’ultima posizione rimane delle rosso-nere. Di seguito la classifica completa:

Tavagnacco       149

Hellas                 133

Inter                    124

Sassuolo            100

Orobica                95

Bari                       65

Roma                    64

Empoli                   61

Fiorentina              51

Juventus               37

Florentina             27

Milan                     26

TOP10. L’altra settimana un’inarrestabile Gloria Marinelli si è impadronita della prima posizione lasciando sotto di lei Martina Zanoli che ambiva a riprendersi ciò che era suo. Questa settimana le cose sono un po’ cambiate, Zanoli ancora non riesce a strappare via del tutto il titolo da regina del ranking a Marinelli ma si posizione a pari punti con lei superandola a livello di minutaggio. Chi guadagnandosi punti bonus manterrà il titolo di sovrana indiscussa? 

In terza posizione troviamo Benedetta Glionna, subito sotto Beatrice Merlo, che due settimane fa ci aveva fatto sognare con un signor gol; le prestazioni continuano ad essere di grande valore ma questa volta viene penalizzata da un’espulsione dovuta ad un doppio cartellino giallo che le abbassa il punteggio.  La scorsa volta ci eravamo lasciati con un triplo pareggio delle ultime tre posizioni, ora però un’ottima Camilla Forcinella con le sue sensazionali parate si stacca da Alessia Capelletti e Agnese Bonfantini, arrivando a scalare addirittura tre posizioni conquistandosi il posto a metà classifica; il suo posto da ottava viene impugnato da Paola Boglioni. Ma attenzione, con i suoi 28.5 punti si aggrega alle nostre ultime due giocatrici della Top10, Arianna Caruso che fa a spallate per entrar a far parte delle migliori 10. Un weekend speciale ci aspetta, qualche nuova giocatrice entrerà a far parte delle prime 10 o le solite si terranno stretto il loro posto? 

LE NOTE DI GIORNATA. L’unica bomber di questa giornata è di nuovo l’attaccante dell’Hellas Sara Baldi che già nell’altra giornata si è fatta notare per il suo ingresso in campo gonfiando la rete dopo pochi minuti. A livello di ranking guadagna ben 4.5 punti bonus che potevano essere 5, ma un cartellino giallo le va a sfavore; con i suo 28 punti il suo prossimo obiettivo è quello di far parte delle top player. 

Opportunità per il portiere dell’Orobica Lia Lonni di parare il rigore al Sassuolo, sfiora la palla ma non c’è nulla da fare; occasione concessa anche a Camilla Forcinella che su occasione del Bari di portarsi avanti non lascia passare la palla in rete e si guadagna così punti sostanziosi. Un’altra nota positiva è dedicata a Michela Catena che dopo l’esordio avvenuto a Gennaio di quest’anno dopo un’infortunio che l’ha tenuta fuori a lungo, ha trovato altri minuti importanti per dimostrare di essere tornata più forte di prima.

AMMONIZIONI, GIALLI, SOTTOLEVA. Molti i cartellini estratti in questo weekend, e non solo gialli ma anche un rosso pesante per doppia ammonizione che abbassa i punteggi. Le prime che punisce l’arbitro sono due giocatrici dell’Hellas, Sara Mella e la bomber di giornata Sara Baldi. Un’altra giallo-blu, però sta volta del Tavagnacco, viene penalizzata per un fallo poco gradevole, si tratta di Federica Veritti. Altri cartellini vengono tirati fuori nel grande derby, il primo per Gloria Marinelli e il secondo per un fallo di mano in area di Beatrice Merlo che già diffidata lascia il campo con un cartellino rosso che le procura rabbia e nervosismo. Bonus aggiuntivi per i difensori del Sassuolo e per il portiere dell’Hellas Camilla Forcinella. Bonus sottoleva per Ilaria Capitanelli, Martina Di Bari, Federica Anghileri e Martina Zanoli.

Niente più da aggiungere su questo ranking, come abbiamo potuto notare, le sorprese che ci aspettano saranno molte, sia a livello di sfide sul campo sia per le classifiche, soprattutto nella Top10. Questa volta l’attesa però sarà un pochino più lunga perché le nostre atlete torneranno in campo per il campionato appena sabato 15 e domenica 16 Febbraio per via della sosta per la Nazionale che vedrà protagoniste nelle amichevoli alcune delle nostre piccole grandi giocatrici; quindi non perdetevi questo appuntamento. 

Un po’ di suspance è sempre gradita e torneremo ancora più felice per scoprire che succederà, l’appuntamento quindi torna tra due settimane con gli scontri in vertice che sono: il Sassuolo in casa viola e il derby d’Italia che vede protagonista la Juventus contro l’Inter, ma non prendiamoci in giro, ogni match è importante, e ogni sfida, anche la più facile sulla carta, si scrive in campo.