Serie B femminile, la top 11 del ranking LGI

Parliamo ora della top 11 del campionato di serie B femminile! Schieriamo le nostre ragazze con un 3-4-2-1.

PORTIERI
A difendere i pali, troviamo Olivieri. Partita come secondo portiere nelle fila del Chievo Fortitudo, nel corso del campionato è riuscita a imporsi spesso come titolare, fino a raccimolare 720 minuti in campionato. In panchina si siede la giovane Ciccioli, che, nonostante numerosi bonus ottenuti per aver tenuto inviolata la porta, paga l’alternanza con Montanari, la sua compagna di reparto al San Marino. Sono 630 i minuti per lei, che le valgono comunque la seconda posizione per quanto riguarda gli estremi difensori.

DIFENSORI
La linea difensiva la formano Oliva, Giovagnoli e Serluca. La prima è la più “anziana”, classe ’98,  e porta esperienza e tranquillità nella nostra top 11. Giovagnoli è probabilmente la grande sorpresa di quest’anno calcistico; classe 2002, lo scorso anno aveva trovato spazio solo verso la fine del campionato. Questa stagione invece, si è imposta come titolare nel Ravenna e, grazie ai suoi 1306 minuti, anche nella nostra formazione.
Tra le titolari anche Serluca, all’esordio nella serie cadetta ma con un minutaggio ottimo: 1102 per il difensore perugino.
Completano il comparto difensivo Micciarelli e De Sanctis.

CENTROCAMPISTI
Nei 4 di centrocampo gli esterni sono Battistini e Rigaglia. La prima, classe 2003, si merita la titolarità grazie ai 645 minuti giocati e alla personalità dimostrata nonostante la giovanissima età. La seconda, classe 1999, oltre ai 631 minuti giocati, vanta ben 5 reti in campionato, un ottimo bottino per un esterno, che si conferma molto offensivo. In mezzo abbiamo una coppia ricca di tecnica e qualità. Il duo Barbaresi e Di Giammarino infatti, garantiscono visione di gioco e tanta corsa, senza disdegnare il tiro dalla lunga distanza!Pronte a subentrare abbiamo Beleffi e Cavicchia.

ATTACCANTI
Tridente d’attacco di assoluto livello, con due mezzepunte che fanno della rapidità la loro arma vincente: Visentin e Porcarelli. 7 goal per la laziale, 5 per la cesenate e un numero incredibile di azioni pericolose create grazie alla loro capacità di svariare su tutto il fronte dell’attacco senza dare punti di riferimento ai difensori avversari. Due piccoline alle spalle della punta più fisica del tridente, Landa, autrice di 5 gol in campionato. Capace anch’essa di svariare su tutto il fronte d’attacco, si mostra allo stesso tempo incisiva sotto porta e preziosa nella creazione di palle gol per le compagne.
In panchina troviamo comunque ottimi elementi come Angori, classe 2003, e Di Luzio.