SportelLGI – La Giovane Italia al vostro fianco: 1ª puntata

La Giovane Italia è, ormai da quasi dieci anni, in prima linea per tutte le tematiche che ruotano intorno al calcio giovanile nostrano. Adesso, alle porte del nostro decennale, abbiamo deciso di scendere in campo, come e più di sempre. Grazie alla penna tagliente di Luca Vargiu, amico LGI di vecchia data, lanciamo la sezione "SportelLGI": quattro puntate di ideale "introduzione" verso un'idea che si propone di diventare appunto uno sportello di sfogo e di denuncia, sempre aperto e a disposizione dei naviganti che per caso o per scelta si sono imbattuti nel nostro progetto. E che da oggi invitiamo ad esporre storie, problematiche e dubbi, anche "normativi", in merito all'attualità del nostro calcio giovanile.

Lo stato di salute del calcio italiano lo racconta ogni anno, da dieci anni, il ReportCalcio il rapporto annuale sul calcio sviluppato dal Centro Studi FIGC in collaborazione con l’agenzia di ricerche e legislazione (AREL) e PwC. Tesserati, praticanti, società, squadre, partite giocate e spettatori, nelle 167 pagine c’è tutto quello che serve per capire quanto siano grandi i numeri del mondo del pallone e quanto questi abbiano un importante impatto dal punto di vista mediatico, commerciale, economico e sociale. Ci sono i ricavi, le perdite, la contribuzione fiscale, l’indebitamento e il raffronto con gli altri sport a livello mondiale ma anche un’attenta analisi della fan base, gli appassionati di calcio a tutti i livelli, gli oltre trenta milioni di tifosi che, con i loro usi e le loro abitudini raccontano come viene vissuto il calcio tra stadio, social e media fornendo così le indicazioni per rendere il prodotto – perché questo è il mondo del pallone oggi – sempre più accattivante. E su questo aspetto e le sue conseguenza si potrebbe aprire una parentesi che però rimandiamo a un successivo approfondimento perché adesso, quello che ci interessa, sono i numeri e questi ci raccontano che il calcio coinvolge 1.362.695 tesserati tra calciatori (1.062.792), tecnici (31.031), arbitri (31.534) e dirigenti (237.338), le società sono 12.127 e le squadre 64.827. Volete sapere quante sono state le gare ufficiali disputate? 571.865 di cui l’1% in campionati professionistici, il 35% in campionati dilettantistici e il 65% nei campionati del settore giovanile e, a tal proposito, vale la pena ricordare che queste si sono svolte su 14.008 campi omologati ma che i problemi alle infrastrutture restano ancora tanti e gli investimenti non sono sufficienti. Anche sull’importanza di avere strutture moderne in cui giocare, e crescere soprattutto, ci sarebbe altro da dire ma prendiamo un ulteriore appunto per il futuro e procediamo perché il dato che ci interessa e che ci è utile come spunto per spiegare, ancora una volta, la realtà cui vanno incontro le ragazze e i ragazzi quando iniziano a correre dietro un pallone è un altro: 839.888, il numero dei tesserati Under 20 che comprende i (pochissimi) giovani sotto contratto, i giovani di serie, i giovani dilettanti e tutto il settore giovanile e scolastico. 

In questo gruppo, anche se non è indicato con esattezza, sono incluse le ragazze, ma del calcio femminile in queste pagine ci sono più foto che parole e numeri. Dal report sappiamo che le tesserate oggi sono 27.644 (recuperando il dato da altre fonti, possiamo aggiungere che le Under 17 sono circa 14.000), che il numero ha avuto un incremento notevole negli ultimi anni, che il mondiale dello scorso anno ha suscitato un discreto interesse e poi nulla di più, a dimostrazione che il percorso di crescita e sviluppo, ma anche di conquista di credibilità, per il movimento femminile resta ancora lungo e complesso. 

E piuttosto in salita.

Continua domenica 22 novembre... 

SCOPRI QUI LE CLASSIFICHE DEI RANKING LGI!