Stanga, un altro gol giovane per il Milan del futuro

Il Milan vince e si diverte anche nella seconda uscita amichevole, battendo il Vicenza con un 5-1 che ha visto ancora una volta tanti giovani sugli scudi. All'ennesimo timbro sul tabellino apposto da Lorenzo Colombo si è aggiunta la firma di Luca Stanga, difensore classe 2002 che sta già facendo parlare di sé dalle parti del Vismara e, da qualche mese, anche di Milanello. Aggregato alla prima squadra nella ripresa dopo il lockdown, dopo essersi imposto come uno degli insostituibili della Primavera di mister Giunti, Stanga si è tolto la soddisfazione di segnare un gol che forse non rimarrà negli almanacchi, ma che per un diciottenne alle prime armi rappresenta una prima pietra preziosa per costruire il proprio futuro. Nel finale del match contro il Vicenza, un suo colpo di testa su assist di Brahim Diaz ha fissato il punteggio sul 5-1, regalando al difensore di Credera (provincia di Cremona) un ricordo indimenticabile.

Difensore centrale moderno, dotato di ottimi fondamentali sia in marcatura che a livello tecnico, Stanga si mette in evidenza anche grazie alla lettura delle traiettorie e al tempismo nell’anticipo, caratteristiche che gli permettono di far sentire la sua presenza anche nel gioco aereo (come dimostrato anche nella metà campo avversaria nell'amichevole di ieri). Una spiccata intelligenza (calcistica ma non solo, visto il buon percorso scolastico) e una voglia di migliorarsi superiori alla media dei coetanei lo hanno portato ad affacciarsi alle porte della prima squadra. Per compiere un ulteriore salto di qualità dovrà aumentare le sue capacità di comunicazione e di guida vocale del reparto arretrato. Uno step per il quale l’esperienza al cospetto di Ibrahimovic e compagni potrà rappresentare un formidabile trampolino di lancio verso il calcio che conta.

LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO SU TUTTOMERCATOWEB

NON PERDERTI L'ALMANACCO 2020! CLICCA QUI PER ACQUISTARLO

CLICCA QUI PER ACCEDERE AI RANKING LGI