Ecco Tsadjout: il Milan riscopre un altro “ragazzo del ’99”

Quello di due giorni fa si è rivelato un "monday night" particolarmente luminoso per Frank Tsadjout. L’attaccante classe ’99 di scuola Milan corona la seconda partita da titolare consecutiva con una rete che aiuta il Cittadella di Venturato ad affermarsi a punteggio pieno nella classifica di Serie B. L’anno passato non è stato semplice per Frank, con un prestito nella massima serie belga che non lo ha particolarmente appagato, ma adesso che è tornato in Italia appare un giocatore diverso. La prima partita di campionato è servita da adattamento ad un nuovo stile di gioco, mentre nella seconda ha alternato giocate di qualità e quantità per aiutare la squadra. Sempre educato e rispettoso in campo, dotato di un fisico possente che non ha paura di sfruttare, Tsadjout segna il gol del momentaneo 2-0 del Cittadella contro il Brescia con un tiro deviato ma fortemente voluto, che scaccia i brutti pensieri, ripaga i sacrifici e mette in buona luce il giovane ragazzo proveniente da casa Milan.

Proprio da qui parte la seconda tappa del weekend. Ci spostiamo in serie A, con un diavolo sempre più giovane, una squadra che si dimostra matura nonostante l’età. A capo della brigata spunta sicuramente Gianluigi Donnarumma, una certezza, si fa trovare sempre pronto e attento, non molte le occasioni difensive ma sempre reattivo e sicuro nel fornire indicazioni ai compagni. E se il miglior attacco è la difesa, Matteo Gabbia merita una voce in capitolo, terza partita consecutiva da titolare e un reparto pesante sulle proprie spalle gestito nella maniera corretta. Sempre composto e attivo in fase difensiva, il difensore rossonero ha conquistato la fiducia di mister Pioli. Se la squadra ha totalizzato zero gol subiti nelle prime tre giornate di campionato è anche e soprattutto merito loro.

Tra le squadre scese in campo domenica si evidenzia il Cagliari, una squadra in costruzione che non ha paura di affidarsi anche alle giovani leve, giocandosi le carte di ben tre under 21 italiani. Stiamo parlando di Riccardo Sottil e Gabriele Zappa (entrambi classe ’99), rispettivamente seconda e prima maglia da titolare nella formazione sarda, ai quali ha fatto seguito l’ingresso a partita in corso del centrocampista classe 2000 Fabrizio Caligara. Una nota positiva in una partita difficile, che ha però dato l’opportunità ai tre ragazzi di confrontarsi contro una corazzata che sta facendo particolarmente bene.

Articolo a cura di Sebastiano Braglia.

NON PERDERTI L'ALMANACCO 2020! CLICCA QUI PER ACQUISTARLO