Under 20 Serie B: Birindelli e Zappa, terzini al potere

La Serie B è come una scala mobile del centro commerciale, con squadre che salgono e scendono senza sosta. La 22^ giornata del campionato cadetto ha confermato questo trend, visto che squadre che apparivano in picchiata hanno rialzato la testa e altre apparentemente in ripresa sono andate incontro a cocenti delusioni. Un torneo dunque con cui certamente tifosi e addetti ai lavori non si annoiano, viste le tante partite combattute e i numerosi talenti mandati in campo dai tecnici. Anche in questo fine settimana il numero di Under 20 utilizzati è stato abbastanza alto: non una sorpresa per La Giovane Italia, che ha sempre creduto in questi ragazzi.

Birindelli partecipa al festival del gol pisano - Che la 22^ giornata non fosse adatta ai deboli di cuore lo si è capito fin dalla prima partita, ovvero il pirotecnico 4-3 con cui il Pisa ha avuto la meglio sulla Cremonese. Spettacolo di gol ed emozioni a cui ha preso parte anche Samuele Birindelli, terzino destro nerazzurro. Oltre a spingere e contenere sulla sua corsia, l'esterno difensivo ha firmato il momentaneo 3-2 per i toscani sfruttando una corta respinta del portiere avversario. Secondo gol in campionato per lui: sempre più una certezza nella compagine pisana.

Zappa col vizio del gol - Non poteva che chiudersi con una gara incerta fino all'ultimo secondo il 22^ turno di Serie B. Pescara-Cosenza è stata ricca di colpi di scena, con i calabresi avanti e gli abruzzesi capaci di vincere poco prima del fischio finale. Il gol dell'1-1 è stato segnato da Gabriele Zappa, terzino alla seconda marcatura consecutiva dopo quella contro il Pordenone. Sfruttando un perfetto assist di Crecco e un intervento non riuscito del difensore avversario Idda, Zappa ha depositato il pallone in rete dando il là alla rimonta pescarese. Quando l'attacco non è così pungente, il Pescara ha risorse importanti per risolvere le gare anche sulle corsie esterne.

Gli altri talenti LGI - Nel già citato 4-3 tra Pisa e Cremonese sono usciti sconfitti l'esterno Nadir Zortea e il centrocampista Gianluca Gaetano, all'esordio in grigiorosso. Perde di misura il Pordenone in quel di La Spezia, con Tommaso Pobega non determinante come al solito nelle due fasi. Tra le prime inseguitrici del Benevento capolista cade anche il Crotone, sconfitto da un rigenerato Empoli. Toscani sul velluto grazie al consueto mix di qualità e sostanza, garantito in mediana tra Davide Frattesi e Samuele Ricci. A nulla è valso, invece, l'ingresso nelle file crotonesi di Zak Ruggiero nel finale di partita. Ne approfitta il Frosinone, che vince 1-0 contro una Virtus Entella che ha contato ancora una volta sulla spinta di Marco Sala. Cade malamente il Livorno, tra le mura amiche contro l'Ascoli. Non tra i peggiori i tre giovani amaranto Alessandro Plizzari, Enrico Delprato e Enrico Brignola (quest'ultimo al rientro dopo un lungo infortunio), mentre Gianluca Scamacca ha lottato come un leone contro la difesa livornese. Esordio in bianconero per Luca Ranieri, appena arrivato dalla Fiorentina. Brutta caduta anche del Trapani contro il Cittadella, nonostante le buone parate di Marco Carnesecchi e il contributo dato da Andrea Colpani nella zona nevralgica del campo. Il derby tra Chievo e Venezia è andato ai lagunari, con Fabrizio Caligara e Alessandro Fiordaliso entrati nella ripresa. Titolari nell'undici clivense Emanuel Vignato e Salvatore Esposito, che hanno provato a dare qualità ad una squadra raramente convincente sul piano del gioco. La sfida tra il Perugia e la Juve Stabia, con Hans Nicolussi Caviglia e Alessandro Mallamo a battagliare in mezzo al campo, è stata vinta degli umbri. Nel Pescara, infine, in evidenza oltre a Zappa anche Filippo Melegoni e Davide Bettella (autore dell'assist per il 2-1 di Bocic).