Under 21 Serie A: Locatelli e Tonali, guide della mediana

Fine settimana da urlo per quanto riguarda la Serie A, con una 23^ giornata che difficilmente abbandonerà la memoria di coloro che hanno avuto il piacere di viverla. Classifica accorciata in vetta, con la caduta della Juventus a Verona e le vittorie di Inter e Lazio. Giochi apertissimo anche per la qualificazione  alle due coppe europee e per la salvezza, con risultati a sorpresa come le vittorie di Bologna e Lecce contro Roma e Napoli. Un campionato senza padroni dunque, in cui ogni partita fa storia a sé e può riservare infinite emozioni. Un quadro in cui stanno recitando un ruolo importante i giovani italiani. Questo fine settimana sette Under 21 sono scesi in campo, a conferma che la componente dei talenti azzurri - tenuti sotto osservazione da La Giovane Italia - non manca mai.

Il Sassuolo vola, Locatelli ne è il "cervello" - Prosegue l'ottimo momento del Sassuolo di De Zerbi, che dopo troppi alti e bassi nella prima parte di stagione sta finalmente trovando continuità di risultati. Importante la vittoria ottenuta dagli emiliani in questo fine settimana sul campo della Spal, a sancire una rassicurante distanza con la zona retrocessione. La manovra dei neroverdi è stata ancora una volta piacevole da vedere, grazie soprattutto al primo ispiratore di ogni azione offensiva. Si tratta di Manuel Locatelli, ormai da tempo vero e proprio faro del Sassuolo. Anche contro la Spal ha recuperato un'infinità di palloni, per poi rifornire i compagni di reparto o le punte con passaggi rapidi e precisi. Continuando così, può guadagnarsi una chance nella Nazionale di Roberto Mancini.

Nel Brescia cambia tutto, ma non Tonali - Dopo il secondo esonero stagionale per Eugenio Corini, Il Brescia riparte da Diego Lopez per sperare nella salvezza. L'ultimo di una lunga serie di cambiamenti che sta portando alle rondinelle più confusione che risultati concreti. Tra le poche certezze bresciane c'è Sandro Tonali, imprescindibile per il nuovo tecnico fin dalla sua prima gara (pareggiata per 1-1 contro l'Udinese). Un match ruvido, dove era più utile la sciabola del fioretto, ma nel quale Tonali ha saputo calarsi con la consueta intelligenza tattica oltre che con una maturità da veterano.

Gli altri talenti LGI - Nelle prime posizioni della colonna destra della classifica, alla gioia del Sassuolo si contrappone la delusione della Fiorentina. I viola hanno perso tra le mura amiche contro l'Atalanta, denunciando grossi limiti sul piano del gioco. Un contesto in cui ha fatto fatica Patrick Cutrone, più volte isolato nel corso del primo tempo. La sua grinta non ha portato punti ai gigliati, così come l'ingresso di Riccardo Sottil nel finale. In chiave salvezza, importante il successo del Genoa contro il Cagliari. Liguri grintosi e desiderosi di tirarsi fuori dai guai: uno spirito che tra gli altri ha messo in campo anche l'attaccante Andrea Pinamonti. Sardi in crisi nera, nonostante il contributo sulla corsia di sinistra di Luca Pellegrini. In chiusura l'harakiri del Milan, che perde il derby 4-2 dopo aver chiuso il primo tempo con il doppio vantaggio. Sulle quattro reti nerazzurre ha poche responsabilità Gianluigi Donnarumma, che invece si è opposto bene ai tentativi di Vecino e Barella.